Se hai dei vestiti che non metti più, ma sono ancora in ottime condizioni, una soluzione alternativa al lasciarli lì a “rubare spazio” nell’armadio o al buttarli via può essere quella di rivenderli online. In questo articolo ti spieghiamo come puoi farlo, ti indichiamo dove puoi farlo e cosa ti serve per vendere vestiti, scarpe ed accessori di seconda mano online.

Cambio di stagione, trasloco, shopping, pulizie di primavera, sono tante le occasioni in cui ci troviamo di fronte al nostro armadio (pieno di roba!) o alla nostra scarpiera e ci rendiamo conto che è pieno di vestiti, scarpe o accessori che per un motivo o per l’altro non mettiamo più. Non ci piace più come ci stanno, non sono più della misura giusta, o semplicemente non ci piacciono più. Che fare? Come liberarcene senza buttarli via?

Una soluzione che sta prendendo piede in questi ultimi anni è quella di venderli online. Il mercato second hand è in continua espansione, ed ha anche lo scopo di promuovere la moda sostenibile e ridurre al minimo qualsiasi tipo di spreco, anche nel mondo del fashion.

Come vendere vestiti online

Di seguito ti indichiamo cosa ti serve per vendere i vestiti di seconda mano e dove poterlo fare, specificando i migliori siti e app dedicati proprio a questo. Scoprirai che vendere capi online è veramente facile, pratico e remunerativo. Rivendendo i tuoi articoli online puoi infatti. ricavare alte percentuali del prezzo originale di acquisto.

Cosa serve per vendere vestiti usati online

Ecco cosa può servirti per vendere vestiti, scarpe e accessori online:

  • vestiti, scarpe o accessori necessariamente conservati in buone condizioni: alcune piattaforme accettano soltanto capi firmati o di marca, altri invece accettano anche capi non griffati. La condizione uguale per tutti è che siano in ottimo stato, non rovinati o troppo consumati. Qualsiasi danno va in ogni caso segnalato nella descrizione del capo
  • un computer o un cellulare con connessione internet
  • macchina fotografica/cellulare che faccia foto nitide: alcune piattaforme si occupano direttamente della pubblicazione degli annunci dei diversi capi, in altre puoi pubblicare tu stesso l’annuncio. In questo caso, ti servirà un dispositivo che faccia delle belle foto da allegare
  • un conto corrente o un conto PayPal: una volta venduto il capo, la piattaforma online alla quale l’hai affidato si occuperà di farti avere i soldi guadagnati, e per farlo necessita del conto corrente o del conto PayPal, dipende dalla piattaforma scelta

Dove vendere vestiti usati online: siti e app

Ci sono tantissime piattaforme di vendita/acquisto/scambio di vestiti, scarpe e accessori di seconda mano, siti, bacheche ed applicazioni create appositamente per lo scopo o dedicato alla vendita generale di usato.

Iniziamo con il segnalarti i migliori siti per vendere vestiti usati online, che riteniamo essere i seguenti (cliccando sui singoli nomi puoi scoprire nel dettaglio cosa sono e come funzionano):

Vinted, Vestiaire Collective, Depop e Rebelle sono disponibili anche in versione app, e sono quindi quelle che consideriamo le migliori app per vendere vestiti usati online.

Ognuna di queste piattaforme permette di vendere capi online in modo semplice, intuitivo, sicuro e remunerativo, e ognuna adotta sistemi di vendita personalizzati. Non devi quindi fare altro che visitarli e scegliere quella che preferisci. In alcuni casi dovrai spedire direttamente tu i capi all’acquirente, in altri se ne occupa direttamente lo staff della piattaforma. Lo stesso discorso vale per la valutazione del prezzo del prodotto. In qualsiasi caso tutte le informazioni che ti servono ti vengono fornite nel momento in cui decidi di vendere un capo, e inizi la procedura.

Ti segnaliamo inoltre alcune piattaforme dedicate alla vendita generica di oggetti di seconda mano, come:

  • Facebook Marketplace
  • Subito.it
  • Ebay
  • Bakeca
2020-03-10