Se stai leggendo questa news è sicuramente perchè hai già sentito parlare di questa serie TV (consigliata da qualche amico, pubblicizzata su Netflix, o Youtube…) ma sei ancora indecis* se iniziarla o meno. Qui vogliamo indicarti 5 motivi per cui dovresti guardare Lucifer su Netflix.

Lucifer è attualmente composta da quattro stagioni, ognuna formata da un numero diverso di episodi (ma non ti preoccupare, si guardano in fretta!). Dal 21 agosto in arrivo anche la quinta stagione, e prossimamente anche Lucifer 6!

  1. Prima stagione di Lucifer: 13 episodi
  2. Seconda stagione di Lucifer: 18 episodi
  3. Terza stagione di Lucifer: 26 episodi
  4. Quarta stagione di Lucifer: 10 episodi
  5. Quinta stagione di Lucifer: 16 episodi

Dopo pochissimo dal suo debutto, la serie ha conquistato milioni di fan in tutto il mondo, che prendono il nome di Lucifans. Dopo la cancellazione dello show da parte di Fox dopo la terza stagione, i Lucifans si sono mobilitati, tanto che Netflix ha deciso di salvarlo e acquistare i diritti per produrne una quarta e una quinta.

Di cosa parla Lucifer?

Protagonista Lucifer Morningstar, ossia Lucifero, il Diavolo. Stanco di vivere negli inferi, si trasferisce a Los Angeles insieme al demone Mazikeen, da sempre il suo braccio destro. Qui apre un locale, il Lux, dove la festa non si ferma mai. Circostanze fortuite lo portano a conoscere la detective Chloe Decker, con cui collabora per risolvere un omicidio. Lucifer trova questo “passatempo” interessante, e i due iniziato a collaborare su diversi omicidi. Il tempo che Lucifer e Chloe passano insieme li porta a conoscersi e ad affezionarsi, instaurando un turbolento rapporto di amore/odio che porta lo porta ad avvalersi dell’aiuto di una psicologa, Linda Martin. Esortato dal fratello Amenadiel a tornare negli inferi, Lucifer decide invece di restare.

5 MOTIVI PER GUARDARE LUCIFER SU NETFLIX

Ecco 5 tra i tanti motivi per cui ti consigliamo di iniziare Lucifer, le cui stagioni sono tutte disponibili nel catalogo Netflix Italia:

1- Di compagnia, ma di spessore

Lucifer è una serie TV che apparentemente può sembrare una cosiddetta “serie da compagnia”, una di quelle serie che si possono guardare senza doversi impegnare troppo, senza dover seguire scena per scena per tenerne il filo, magari a tavola o nelle pause dallo studio/lavoro. E in parte, così è: Lucifer è una serie divertente, le caratteristiche dei personaggi sono accentuate in chiave spesso comica, sono presenti molte scene musicali. Insomma, con Lucifer ci si diverte, si ride. Tuttavia, soprattutto con l’andare avanti delle stagioni, si nota come in realtà vengano affrontati, in chiave originale, argomenti molto delicati, impegnativi ed introspettivi. Conoscendo i personaggi si imparano a conoscere le loro debolezze, i loro limiti, le loro fragilità, che sono talmente varie che in qualcuna ci si può senza dubbio ritrovare. Ogni personaggio affronta sfide personali diverse nel mettersi a confronto con la società.

Il tema più delicato che viene trattato è quello della RELIGIONE: i personaggi si pongono domande esistenziali sulla fede, sull’aldilà e sulla spiritualità che inducono anche lo spettatore a riflettere, dando a volte risposte – sia metaforiche che non – offrendo a chi guarda nuove prospettive e punti di vista sull’argomento.

Un’altra grande riflessione, che viene portata avanti dall’inizio alla fine, quasi come tema portante di tutte le stagioni, è quella che viene fatta sul senso di colpa, quello che si riesce ad ammettere, e quello più nascosto nel profondo, che condiziona necessariamente la vita di tutti.

2 – Tematiche fantasy e mitologiche

Se sei un appassionato del mondo della mitologia, della fantasia e della magia, è la serie che fa per te. Protagonisti della serie sono infatti angeli, demoni, arcangeli, figure mitologiche come Lilith – personaggio presente in tantissime altre serie TV dal genere pseudo-simile come Supernatural, Shadowhunters, Sabrina vita da strega… -. Protagonista d’eccezione, Lucifer, il Diavolo in persona, che vuole raccontare la SUA versione dei fatti, sempre vittima di stereotipi e luoghi comuni.

3 – Le Ship

Come tutti sappiamo, le coppie telefilmiche sono da sempre un elemento molto importante per il pubblico, che grazie all’amore verso una ship si affeziona velocemente alla serie e ai suoi personaggi.

Come in tutte le serie, anche in Lucifer sono presenti diverse ship, il cui sviluppo tiene gli occhi (e i cuori) degli spettatori incollati allo schermo. Non ti resta che iniziarlo per scoprire la tua preferita!

4 – Puoi imparare l’inglese

Uno dei grossi vantaggi di poter guardare le serie su Netflix, è che la piattaforma ti da la possibilità di scegliere la lingua, e di poterla impostare su “originale”, mettendo anche a disposizione i sottotitoli in diverse lingue. In questo caso si tratta dell’inglese.

2020-03-10

Guardare le serie TV o i film in inglese è un grandissimo aiuto per migliorare la comprensione, la pronuncia, e allargare il vocabolario con termini, frasi fatte ed espressioni di cui altrimenti non verremmo a conoscenza, o ci sarebbe comunque più difficile. Ma c’è di più.

Nel caso di Lucifer, questo discorso ha una valenza particolare, poichè il protagonista, Tom Ellis, è originario di Cardiff, la capitale del Galles: la sua pronuncia è PERFETTA, e il suo inglese è molto chiaro e di facile comprensione.

Bonus: uno dei motivi per cui il personaggio di Lucifer è così amato è proprio l’accento di Tom: affascinante, seducente e di classe, proprio come il Diavolo deve essere.

Il nostro consiglio è quindi quello di guardare la serie in lingua originale, affinchè si possa assaporare al 100% questa sua caratteristica.

5 – **motivo muto**