Meet&Greet_Olly_Murs_Milano

Olly Murs si è esibito il 31 Luglio allo stadio San Siro di Milano come Opening Act  dell’unica data italiana del “Take The Crown World Tour” di Robbie Williams.

Dopo il grande successo riscosso con la sua partecipazione ai Wind Music Awards 2013, il cantautore inglese lanciato dal talent show X Factor UK è tornato in Italia per un’esibizione esplosiva sul palco del “Take The Crown World Tour” e 20 fortunati utenti di Team World hanno avuto la grande opportunità di realizzare il loro sogno: incontrare l’Artista nel backstage dell’evento per un esclusivo Meet&Greet!

>>DETTAGLI INIZIATIVA MEET&GREET CON OLLY

L’emozione è stata incredibile e Olly ha sorpreso con la sua dolcezza e disponibilità, lasciando senza parole le nostre fortunate vincitrici.

 

Ecco il racconto di Rachele, che con questo live report ci descrive quei momenti, la gioia di vedere finalmente il proprio idolo, trascorrere qualche istante con lui e vederlo finalmente live:

“Il meet con Olly Murs è stato molto tranquillo e ben organizzato fin da subito.
Quando Olly è entrato nella stanza in cui aspettavamo e in cui si è svolto il meet, tutte noi eravamo sovreccitate (com’è normale che sia) ma nonostante tutto quando lui è entrato siamo rimaste molto tranquille e attente ad osservare ciò che faceva e diceva.

Olly ci ha accolte con un caloroso saluto, ripetendo più volte “GRACIAS” perché a quanto pare la Z non gli piace. Ha chiacchierato con noi ripetendoci più volte quanto fosse contento di vederci e soprattutto vedere che effettivamente ha dei fan anche nel nostro Paese.
Il Meet & Greet si è svolto in maniera un po’ differente dal solito: tutte noi eravamo allineate contro al muro, mentre Olly ha ‘sfilato’ davanti a noi per raggiungere il fondo della sala dove cominciava la fila di ragazze pronte per incontrarlo.

Ha baciato ed abbracciato ognuna di noi, fermandosi a chiacchierare un po’ più a lungo con chi masticava meglio l’inglese, e le emozioni erano così diverse in ognuna di noi che sinceramente non saprei descriverle tutte. Per quello che mi riguarda però posso dire che Olly rispecchia molto la persona che mi ero immaginata che fosse: gentile, molto disponibile, divertente e umile. È stato veramente gentilissimo, ed interessato a ciò che avevo da dirgli, alle confessioni che avevo da fargli, come il fatto che mi trovassi al concerto di Robbie Williams esclusivamente per lui, perché lo seguo (Olly) dalla fine del 2010, e non ho mai avuto la possibilità di sentirlo cantare dal vivo.

Anche alla fine non si è fatto mancare la possibilità di salutarci calorosamente con un “GRACIAS” e un “TI AMO” e ovviamente un calorosissimo sorriso e la speranza di rivederlo prossimamente in Italia ad un evento tutto suo.

Dopo qualche istante si sono avvicinate a noi le troupe di Studio Aperto e RDS per farci qualche domanda e nessuna di noi era veramente molto pronta per un’intervista a tutto tondo, ma per il proprio cantante preferito si farebbe di tutto, e quindi, molto imbarazzate, ci siamo messe a rispondere a qualche quesito per la tv, concludendo in bellezza con un simpatico coretto di “Troublemaker”, il primo singolo dell’ultimo album di Olly, nonché il primo pubblicato qui in Italia.

2020-03-10

Con queste domande ce la siamo giocata proprio tutta, rispondendo sinceramente soprattutto al perché proprio Olly fra tanti, e la conclusione è stata proprio perché è un’artista a tutto tondo, che si è fatto da solo, nonostante il talent a cui partecipò per fare il colpo grosso, e più di tutto, abbiamo concordato tutte su quanto Olly sia una persona umile e disponibile con i suoi fan.

Per quanto riguarda il concerto non ho potuto fare altro che rimanere estasiata dall’inizio alla fine della sua esibizione.

Nonostante non avesse oggetti di scena, coreografie particolari, o un numero spropositato di ballerini, è stata un’esibizione eccezionale perché Olly ha la magnifica dote di saper intrattenere il suo pubblico, compreso chi non sa le sue canzoni. Ha cantato a tutti polmoni con una voce pazzesca per quaranta minuti, fermandosi solo un attimo per riprendere fiato prima delle ultime due canzoni, cosa che in 19 concerti visti in vita mia ho visto fare solamente a MIKA e ai Green Day.

Saltando e dilettandosi in balletti e movimenti del bacino che ci hanno più che altro fatto ridere.

La set-list era perfetta per la situazione, soprattutto le canzoni scelte per il finale che hanno coronato la giornata in modo perfetto, “Right Place Right Time” e “Heart Skips A Beat” sono decisamente le canzoni che mi hanno accompagnato durante tutta la giornata di ieri, e sentirle dal vivo è stato veramente eccezionale.

È stato altrettanto bravo a duettare accanto a Robbie Williams sulle note di “Kids” comparendo, quasi inaspettatamente, sul palco del grande showman. Ha perfettamente interpretato la canzone e entusiasmato i presenti giocando e divertendosi con Robbie sul palco.

Insomma, decisamente un grande spettacolo, al quale tornerei molto più che volentieri.

Rachele”

Guarda la gallery del Meet&Greet con Olly Murs a San Siro

[nggallery id=849]

Ti aspettiamo sul Forum Ufficiale Italiano di Olly Murs! Segui l’artista e i nostri spazi ufficiali su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato!