Se ti stai chiedendo chi sono gli “affetti stabili”, sappi che il significato del termine indica tutte quelle persone con le quali abbiamo un rapporto consolidato. Essendo la definizione molto generica, il Governo ha promesso che tramite le FAQ chiarirà i punti più fraintendibili del Decreto sulla Fase 2.

Affetti stabili significato

Il termine “affetti stabili” è stato utilizzato dopo la pubblicazione, in Gazzetta Ufficiale, del testo del nuovo Decreto relativo alla Fase 2. L’articolo 1 comma 1 del suddetto dichiara:

“sono consentiti solo gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni
di necessità ovvero per motivi di salute e si considerano necessari gli spostamenti per incontrare congiunti purché venga rispettato il divieto di assembramento e il distanziamento interpersonale di almeno un metro e vengano utilizzate protezioni delle vie respiratorie”.

I cittadini italiani hanno iniziato a chiedersi cosa si intende per congiunti: come spiegato nell’articolo dedicato – cosa significa congiunti – a livello giuridico si intendono:

“ascendenti, discendenti, coniuge, la parte di un’unione civile tra persone dello stesso sesso, fratelli, sorelle, gli affini nello stesso grado, gli zii e i nipoti”.

La ministra dei Trasporti e delle Infrastrutture Paola De Micheli ha chiarito che con il termine congiunti, il Governo intende – non solo i familiari – ma anche le persone con le quali si intrattengono rapporti affettivi stabili, anche se non formalizzati sul piano giuridico.

Affetti stabili chi sono

Chi sono quindi gli “affetti stabili”? Le persone con le quali si hanno rapporti consolidati, es. i fidanzati/e e partner.

Affetti stabili: amici

A quanto pare gli amici non sono considerati “affetti stabili”, riportiamo le parole del Premier Conte legate alla questione “congiunti”:

«congiunti è una formula un po’ ampia, generica, per dire che non si potrà andare a trovare amici a fare feste. Si andranno a trovare le persone con cui c’è un rapporto di parentela, con cui ci sono stabili relazioni affettive e via discorrendo».

Queste dichiarazioni escludono quindi dalle persone che si potranno andare a trovare dopo il 4 maggio, gli amici.

Il Vice Ministro della Salute Pierpaolo Sileri ha però affermato il contrario: “anche gli amici sono affetti stabili“.

Affetti Stabili dubbi sull’interpretazione

Il Governo pubblicherà nei prossimi giorni delle FAQ: le risposte alle domande più frequenti relative al nuovo Decreto. Questo documento chiarirà alcuni aspetti ancora di difficile interpretazione.

2020-03-10

Con la pubblicazione del Decreto, sono state tante le discussioni sollevate dai cittadini, soprattutto sul termine “congiunti” che di fatto ha escluso tutti i rapporti “non certificati”, ma non per questo meno reali.

L’utilizzo poi del termine “affetti stabili” ha ulteriormente alimentato la polemica: come si prova la stabilità di un rapporto?

Queste e altre domande dovrebbero trovare risposta nelle FAQ. Si spera.