Sono capi realizzati con milioni di pixel: i digital dress non esistono ma permettono, soprattutto a influencer e creator, di sfoggiare capi nuovi ad ogni condivisione social. Continua a leggere per approfondire l’argomento sui #MetaLook, un hashtag che sicuramente popolerà il web ancor più di quanto non stia già facendo.

Lo sapevi che l’industria della moda produce ogni anno 100 miliardi di abiti e – chi li acquista – 3 capi su 5 li butta entro 1 anno? Ti diamo un altro dato: il 9% dei clienti nei Paesi sviluppati compra vestiti nuovi essenzialmente per realizzare foto da pubblicare sui propri profili social. Quando la VR incontra la moda sostenibile, nascono i MetaDress o i Digital Dress: insomma il concetto è quello di vestiti realizzati in digitale.

Abbiamo parlato di MetaDress perché il collegamento con il Metaverso è scontato: oltre a far indossare ai nostri avatar abiti che non esistono, li vedremo anche sui corpi di persone reali. Come non citare la nostra Gloria Schito @glojoined che su Instagram ha sfoggiato un meraviglioso vestito digitale:

Arrivano gli abiti virtuali

Per rispondere alle necessita di chi – come influencer e celebrity – deve indossare sempre abiti nuovi, stanno prendendo sempre più piede e-commerce di moda virtuale dove gli abiti venduti esistono solo in VR. Con l’imporsi del Metaverso, si prospetta una domanda sempre più crescente di look e vestiti da sfoggiare anche attraverso i nostri avatar.

Sei alla ricerca di un influencer per il Metaverso? Gloria Schito Metaverso Se c’è una creator già proiettata sul Metaverso e sul suo enorme potenziale nell’ambito della moda, questa è senza dubbio Gloria Schito – nota sui social come glojoined – e con la quale abbiamo fatto un’interessante chiacchierata su Metaverso e Meta Fashion.

Le aziende e i media interessati a collaborare con influencer specializzati in Metaverso e digital fashion,  possono contattare Gloria all’indirizzo email [email protected].

glojoined sui social: