NanoPress
Vai a Team World Shop

Come guadagnare soldi con l’affiliazione ad Amazon

Avete un sito web o un blog ed un pubblico di lettori pronti a seguirvi? Bene, è il momento di monetizzare e guadagnare qualcosina di soldi con un'affiliazione Amazon: vi spieghiamo come fare in questa breve guida.

Se hai un blog o un sito internet e hai un discreto seguito, puoi monetizzare questa tua passione in pochi minuti e con pochi click. Come? Basta fare l’affiliazione ad Amazon. Il sito di e-commerce più famoso al mondo ti permette, infatti, di inserire i link ad articoli in vendita sul tuo blog o sito internet. Se chi, partendo da tuo blog, ci clicca sopra e compra quel prodotto, o altri prodotti, allora Amazon ti riconoscerà una percentuale sul costo del prodotto.

Semplice, vero? Allora vediamo come funziona l’affiliazione Amazon, i vantaggi che offre, quali percentuali vengono corrisposte sull’acquisto e come ottimizzarla!

Come affiliarsi ad Amazon

Per affiliarsi ad Amazon, bisogna innanzitutto iscriversi al portale di e-commerce e creare un account apposito. La cosa prende pochi minuti e basta inserire le solite informazioni richieste per la creazione di un account, più quelle relative alla modalità di accredito dei soldi guadagnati. Puoi scegliere tra due modalità:

  • Buoni regalo Amazon;
  • Accredito su conto corrente.

In entrambi i casi, ogni mese dovrai aver guadagnato almeno 25 euro, altrimenti i soldi verranno aggiunti a quelli che guadagnerai il mese successivo, fino a quando non raggiungerai la soglia minima di 25 euro. A questo punto, Amazon ti corrisponderà il dovuto per l’affiliazione entro sessanta giorni. Ovviamente, l’iscrizione è gratuita e l’affiliazione non prevede nessun costo per l’affiliato.

Come funziona l’affiliazione ad Amazon

Una volta creato il tuo account, puoi cominciare subito a linkare i prodotti Amazon sul tuo blog e cominciare a guadagnare. Il portale di e-commerce ti fornisce una serie di strumenti comunicativi per far raggiungere i suoi prodotti attraverso il tuo blog o sito internet. Potrai, infatti, scegliere tra due opportunità:

  • Inserire semplicemente il classico link in un articolo, che potrai poi far girare anche sui tuoi social;
  • Optare per una vasta gamma di banner pubblicitari, di diverse dimensioni e forma, già pronti per l’utilizzo.

Una volta inseriti questi link al prodotto, se un tuo lettore ci clicca sopra e lo acquista, ti sarà corrisposta una commissione sulla vendita, che varia in base alla categoria dell’articolo. Il tuo lettore, in ogni modo, non dovrà comprare necessariamente quel bene e non dovrà farlo subito.

Il sistema di affiliazione di Amazon funziona attraverso un codice identificativo dei tuoi link. In pratica, Amazon riconosce che quell’utente è arrivato sul portale di e-commerce attraverso il tuo blog o il tuo sito. A questo punto, se quell’utente copra qualcosa entro le 24 ore successive, allora ti sarà corrisposta una somma in percentuale, qualsiasi cosa l’utente acquisti! Se entro il primo giorno, l’utente salva un prodotto nel carrello, ma non lo acquista subito, potrai ancora ricevere la commissione. Basterà che entro novanta giorni l’utente paghi quello che ha messo nel carrello.

Bene! Scommetto che adesso sei curioso di sapere quanto si guadagna con l’affiliazione ad Amazon, cioè di conoscere a quanto ammontano le commissioni pagate da Amazon agli affiliati, giusto? Continua a leggere la nostra guida!

Quanto si guadagna con l’affiliazione ad Amazon

La percentuale del costo del prodotto che Amazon paga sugli acquisti arrivati dagli affiliati, varia da categoria a categoria.

Su TV e smartphone, per esempio, la percentuale è dell’uno per cento. Su grandi elettrodomestici, sui prodotti elettronici e di informatica, la percentuale già sale al 3 per cento. Tutti i beni per la casa, i libri e l’arredamento, hanno una percentuale del cinque per cento, mentre gli articoli per l’ufficio, la cura della persona, lo sport e il tempo libero ottengono una fetta del 7 per cento.

Infine, quelli che pagano decisamente meglio sono i prodotti fatti a mano, e i capi di abbigliamento e di moda. Qui la percentuale è del 10 per cento. Per l’abbigliamento, però, valgono alcune differenze speciali, sia relative a quanti articoli l’affiliato fa vendere attraverso i suoi link, sia se l’acquisto è diretto o indiretto.

L’acquisto diretto e indiretto per gli affiliati Amazon

Come detto, per il vestiario e la moda Amazon paga agli affiliati il 10 per cento del costo del prodotto. Questo vale fino a 250 articoli venduti al mese. Superata questa soglia, la percentuale sale a ben il 12 per cento. Tutto ciò vale, però, solo se gli acquisti sono diretti!

Qual è la differenza tra acquisto diretto e indiretto per gli affiliati Amazon?

Amazon intende per acquisto diretto, un prodotto acquistato attraverso il link di un affiliato, quando quel link porta a un articolo della stessa categoria. Per esempio, se nel mio blog ho aggiunto il link a una giacca a vento e il lettore ci clicca sopra e alla fine decide di comprare un jeans, questo è un acquisto diretto. Se il mio link, invece, è a uno smartphone e il mio lettore alla fine acquista una camicia, questo è considerato un acquisto indiretto, perché partito da un link a un prodotto di un’altra categoria. In questo ultimo caso, mi sarà pagata una commissione sull’acquisto della camicia, ma solo del 2 per cento.

È bene specificare, anche eventualmente per spiegarlo ai vostri lettori, che qualsiasi sia la percentuale che vi verrà corrisposta come affiliato, questa non sarà pagata dall’acquirente, né aumenterà il costo del bene, ma sarà totalmente a carico di Amazon!

Come ottimizzare l’affiliazione ad Amazon e guadagnare di più

Una volta che avrete preso confidenza con l’affiliazione Amazon, vi potrete concentrare su come ottimizzarla e guadagnare di più. I consigli, che probabilmente già conoscete, sono quelli tipici per avere un ottimo blog o sito internet! Pubblicate spesso cose nuove e originali, così da accrescere il vostro seguito e soprattutto fidelizzarlo.

Usate i link con accuratezza e scegliete quelli giusti. Per esempio, se il vostro blog si occupa di moda, allora va benissimo pubblicare link a capi di abbigliamento. Se vi occupate di tecnologia, però, avere un link a una sciarpa non è molto logico, né probabilmente incontrerà i gusti del vostro pubblico.

Non esagerate con i link a raffica, perché rischierete di passare per un “markettaro”, mentre non dovrete mai perdere la fiducia del vostro seguito. Potete anche giocare a carte scoperte. Se, per esempio, vi occupate di smartphone e sta per uscire il modello di un cellulare che avete recensito, aggiungete tranquillamente il link per preordinarlo su Amazon. Poi, spiegate che se lo acquisteranno dal vostro link, per loro non cambierà niente, ma vi aiuteranno a tenere in vita il blog o il sito internet. Se ai vostri follower non costa niente e vi stimano, perché non dovrebbero farvi guadagnare qualcosa? In fondo, per loro, è gratis!