Nel film d’animazione Pixar, Luca, il protagonista pronuncia la frase “Silenzio, Bruno!” ogni volta che la sua coscienza fa capolino per impedirgli di prendere decisioni avventate. Continua a leggere per scoprire da dove nasce questa espressione così ricorrente nel film.

Il regista italiano Enrico Casarosa ha condiviso l’aneddoto dietro la nascita della frase “Silenzio, Bruno!” che Luca, protagonista del film d’animazione disponibile su Disney+, pronuncia a se stesso.

Silenzio, Bruno!: da dove nasce la frase

Ad aver avuto l’idea di questa espressione è lo sceneggiatore del film Pixar, Jesse Andrews. Il tutto è nato per trovare un modo in cui Alberto potesse aiutare Luca a superare le sue insicurezze e lo ha suggerendogli di zittire la sua coscienza con un comando diretto, forte e chiaro.

Silenzio, Bruno!” è quindi un ordine che Luca impartisce alla sua coscienza, chiamata appunto Bruno.

Gli sceneggiatori, creando questo escamotage, hanno così puntato i riflettori su un tema importante del film: quello di lasciarsi sorprendere dalla vita, di avere il coraggio e la curiosità di andare oltre i propri limiti. Mettere a tacere il proprio Bruno interiore, ci può riservare qualcosa di meraviglioso.

Ti ricordiamo che Luca è solo su Disney+.

Per accedere alla piattaforma streaming Disney+ è necessario attivare un abbonamento che può essere mensile o annuale. L'abbonamento mensile a Disney+ costa 8,99€/mese, più conveniente quello annuale pari a 89,90€/anno.

Disney+ è disponibile sui tuoi dispositivi preferiti: TV, Computer, mobile, tablet e console. Se vuoi saperne di più ti consigliamo di leggere la nostra guida: come iscriversi a Disney+, se invece vuoi procedere subito:

Abbonati ora a Disney+

Il tuo abbonamento ti consente di avere accesso a film, serie TV, documentari, cartoni animati, corti, live-action dei cataloghi Disney, Pixar, Marvel, Star Wars, National Geographic e Star. Scopri i vantaggi di Disney+.