Il Festival di Sanremo verso un’edizione senza pubblico: Amadeus pronto a lasciare la conduzione. Il tweet del Ministro Dario Franceschini in cui sottolinea che, essendo l’Ariston un teatro non può ospitare né pubblico pagante né pagato (ossia figuranti), ha scatenato un putiferio sia in RAI che in rete.

Alle ore 9:08 del 28 gennaio 2021, il Ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo, Dario Franceschini, ha pubblicato un tweet in cui spiegava che il Festival di Sanremo, svolgendosi all’interno di un teatro, come stabilito dal Dpcm, non può ospitare pubblico.

Dario Franceschini: niente pubblico a Sanremo 2021

Di seguito la trascrizione del tweet pubblicato sul profilo Twitter @dariofrance:

Il Teatro Ariston di #Sanremo è un teatro come tutti gli altri e quindi, come ha chiarito ieri il ministro @robersperanza, il pubblico, pagante, gratuito o di figuranti, potrà tornare solo quando le norme lo consentiranno per tutti i teatri e cinema. Speriamo il prima possibile.

Affermazioni che hanno scatenato un animato dibattito in rete soprattutto perché vanno contro a quanto comunicato dal Governo sul sito governo.it nella sezione FAQ del Covid-19. Ti riportiamo il paragrafo in questione.

Le trasmissioni televisive, in diretta o registrate, possono svolgersi in presenza di pubblico (comparse, figuranti, ospiti)?

Sì, in quanto alle trasmissioni televisive non si applica il divieto previsto per gli spettacoli, perché la presenza di pubblico in studio rappresenta soltanto un elemento “coreografico” o comunque strettamente funzionale alla trasmissione. Deve essere comunque sempre garantito il rispetto delle prescrizioni sanitarie, nonché quelle in materia di distanziamento interpersonale sia fra il pubblico o gli ospiti, sia fra il personale artistico e il pubblico o gli ospiti medesimi. Qualora, per ragioni di produzione, non fosse possibile garantire continuativamente la distanza interpersonale di almeno un metro tra il pubblico e il personale artistico, sarebbe in ogni caso obbligatorio indossare la mascherina. Per quanto concerne le modalità lavorative del personale artistico, si rinvia ai relativi protocolli professionali e alle relative interpretazioni dei ministeri di settore.

Amadeus pronto a lasciare la conduzione?

Da quanto si legge in rete, Amadeus avrebbe richiesto compattezza in Rai con lo scopo di portare l’amministratore Fabrizio Salini a confrontarsi con il Ministro affinché consideri Sanremo 2021 a tutti gli effetti un programma televisivo e non come un “semplice” spettacolo all’interno di un teatro.

Proprio nel rispetto del Dpcm la macchina organizzativa di Sanremo si era già mossa nella ricerca di figuranti per il pubblico del Festival.

2020-03-10

Senza un accordo sulla questione pubblico, Amadeus potrebbe lasciare la conduzione del Festival di Sanremo – in avvio il 2 marzo – insieme al co-conduttore Fiorello.