Il testo del nuovo Decreto, firmato il 17 maggio dal Presidente Conte, recante le misure per il contenimento dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 in vigore dal 18 maggio, è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale.

Sul sito del Governo è disponibile il pdf del testo del Dpcm 17 maggio 2020: al suo interno sono state illustrate ulteriori disposizioni sulle riaperture delle attività e gli spostamenti tra regioni. E’ quindi da considerarsi un ulteriore aggiornamento di quanto già previsto nel testo ufficiale del decreto sulle riaperture.

Dpcm 18 maggio: novità e nuove riaperture

Ecco le novità contenute nel testo del nuovo Decreto entrato in vigore il 18 maggio. Nota bene: l’esecutivo ha concesso autonomia alle Regioni pertanto le riaperture possono variare da Regione a Regione.

Cosa riapre il 18 maggio

  • negozi di vendita al dettaglio;
  • attività di cura della persona;
  • bar, ristoranti, pub;
  • stabilimenti balneari;
  • musei;
  • riprendono le celebrazioni religiose;
  • riprendono gli allenamenti degli sport di squadra.

Cosa riapre il 25 maggio

  • palestre, piscine, centri sportivi.

Cosa riapre il 15 giugno

  • attività ludiche ricreative per bambini;
  • cinema;
  • teatri;
  • spettacoli con massimo di 1000 spettatori all’aperto;
  • spettacoli con massimo 200 spettatori in luoghi chiusi.

Riportiamo integralmente il testo dell’Art1. punto m:

«Gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche e in altri spazi anche all’aperto restano sospesi fino al 14 giugno 2020. Dal 15 giugno 2020, detti spettacoli sono svolti con posti a sedere preassegnati e distanziati e a condizione che sia comunque assicurato il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro sia per il personale, sia per gli spettatori, con il numero massimo di 1000 spettatori per spettacoli all’aperto e di 200 persone per spettacoli in luoghi chiusi, per ogni singola sala. Le regioni e le province autonome possono stabilire una diversa data, in relazione all’andamento della situazione epidemiologica nei propri territori. L’attività degli spettacoli è organizzata secondo le linee guida di cui all’allegato 9. Restano sospesi gli eventi che implichino assembramenti in spazi chiusi o all’aperto quando non è possibile assicurare il rispetto delle condizioni di cui alla presente lettera; restano comunque sospese le attività che abbiano luogo in sale da ballo e discoteche e locali assimilati, all’aperto o al chiuso, le fiere e i congressi»

Cosa è consentito fare

  • Consentiti gli spostamenti all’interno delle Regione senza autocertificazione, si può quindi andare dove si vuole, anche dagli amici.

Cosa è vietato

  • Divieto assoluto di uscire di casa se si ha il Covid-19;
  • Divieto assoluto di uscire di casa con sintomi riconducibili al Covid-19;
  • Divieto di assembramento;
  • Spostamenti tra Regioni vietati fino al 3 giugno 2020;

Comportamenti obbligatori

  • Obbligo di mantenere la distanza di sicurezza di 1 metro dalle persone, sia all’interno che all’esterno;
  • Avere sempre con sé la mascherina, soprattutto in luoghi molto frequentati.
  • Obbligo di quarantena per chi viaggia e arriva in Italia (dal 3 giugno non sarà più obbligatoria la quarantena)

Il video della conferenza stampa di Giuseppe Conte del 16 maggio:

2020-03-10