Se ti stai domandando quando riapriranno i teatri in Italia, in seguito alla chiusura dello scorso 26 ottobre a causa dell’emergenza Coronavirus COVID-19 che sta interessando il Paese, sappi che dal 26 aprile i teatri possono riaprire in tutte le regioni che si trovano in zona gialla.

Se ami il teatro e ti piacerebbe poter tornare a vedere spettacoli dal vivo, dopo la chiusura imposta dal DPCM del 25 ottobre 2020, che ha portato anche alla chiusura di cinema e sale da concerto, continua a leggere.

Quando riaprono i teatri

Con il DPCM entrato in vigore il 26 ottobre 2020, il 22° dall’inizio della pandemia, tutti i teatri d’Italia sono stati chiusi con lo scopo di contenere il contagio da Coronavirus. Inizialmente, la chiusura dei teatri sul territorio nazionale era prevista fino al 24 novembre, ma è stata prolungata dai successivi DPCM, che hanno visto la sospensione di tutti gli spettacoli aperti al pubblico, tra cui anche i cinema, fino al decreto in vigore dal 6 marzo, in cui è stata introdotta la possibilità di riaprire i teatri in tutte le regioni in zona gialla dal 27 marzo, giorno in cui ogni anno si celebra la Giornata Mondiale del Teatro.

Con il Decreto Legge del 13 marzo la zona gialla è però stata “cancellata” a causa dell’alto numero di contagi in tutto il territorio nazionale, ed è stata reintrodotta con il decreto in vigore dal 26 aprile, giorno dal quale è possibile riaprire i teatri in tutte le regioni che si trovano in zona gialla.

Per poter garantire una riapertura in sicurezza delle sale teatrali, è necessaria la prenotazione obbligatoria e una capienza del 50%, con un totale di 500 persone per gli spettacoli al chiuso e di 1000 persone per gli spettacoli all’aperto, con una distanza minima di un metro tra gli spettatori (fatta eccezione per i congiunti). Qualora non fosse possibile rispettare queste norme, gli spettacoli non possono svolgersi.

Scopri qui anche quando riaprono i cinema in Italia.

2020-03-10