Se ti stai chiedendo cos’è il Cashback di Stato sappi che si tratta di un’iniziativa del Governo per limitare l’uso del contante, contrastare l’evasione fiscale e accelerare la digitalizzazione dell’Italia. Il significato di cashback è “soldi indietro” e nel concreto significa che verrai rimborsato parzialmente di una somma spesa.

Il cashback di Stato (o ordinario) è entrato in vigore il 1° gennaio 2021, come previsto dalla Legge 145/2019, e premia gli acquisti effettuati con un pagamento elettronico (bancomat, carta di credito, prepagate, app di pagamento etc) presso i negozi fisici.

Cashback in Italia: quando parte

Il Governo ha previsto due partenze per il cashback in Italia:

  • EXTRA CASHBACK DI NATALE [fase sperimentale]
  • CASHBACK DI STATO (o ORDINARIO)

Questi i periodi delle 4 fasi di cashback:

  • EXTRA CASHBACK DI NATALE [concluso]
  • CASHBACK DI STATO (o ORDINARIO) – si svolge in 3 periodi diversi della durata di 6 mesi ciascuno:
    • 1° Semestre dal 1/1/2021 al 30/6/2021
    • 2° Semestre dal 1/7/2021 al 31/12/2021
    • 3° Semestre dal 1/1/2022 al 30/6/2022

Perché il Cashback

Il Governo ha messo a punto questo piano per tre motivi:

  • limitare l’uso del contante incentivando l’uso di pagamenti digitali e quindi la digitalizzazione dell’Italia;
  • contrastare l’evasione fiscale;
  • favorire lo sviluppo di un sistema più digitale, veloce, semplice e trasparente.

Cashback come registrarsi

Il cashback è volontario: l’utente deve quindi fare una procedura per aderire al meccanismo di rimborso.

Cosa fare per aderire al cashback

  1. Scaricare gratuitamente l’App IO della pubblica amministrazione OPPURE aderire al cashback tramite altri canali (es. la tua banca) chiamati Issuer Convenzionati.
  2. Se utilizzi l’App IO – per poter effettuare l’accesso e creare il tuo profilo all’interno dell’app – avrai bisogno della tua identità digitale SPID o della Carta d’Identità Elettronica;

Se non hai ancora le credenziali SPID, scopri come farlo e dove leggendo i nostri articoli:

Se hai deciso di aderire al cashback tramite altri canali, ti invitiamo a seguire le indicazioni fornite dall’Issuer convenzionato da te scelto. Se invece hai aderito con l’App IO, non dovrei far altro che cliccare sulla voce PORTAFOGLIO > CASHBACK e seguire la procedura guidata. Tra i vari passaggi che dovrai compiere, fondamentale l’inserimento del tuo IBAN (per poter appunto ricevere il rimborso) e gli estremi delle carte da te utilizzate per pagare.

Cos’è il super cashback

Il super cashback è un premio destinato ai primi 100mila cittadini che effettueranno il maggior numero di acquisti con carte e app di pagamento. Il premio consiste in 1.500 euro oltre al normale cashback, le cui indicazioni sono state illustrate nel paragrafo precedente.

Cashback di Stato: come funziona

Il cashback ordinario ti consentirà di ricevere sul tuo conto corrente fino 300 euro di rimborso all’anno su almeno 100 acquisti (minimo n°50 acquisti ogni 6 mesi).

Nel dettaglio
Entro un semestre (6 mesi) dovrai effettuare almeno 50 acquisti pagando con uno strumento di pagamento elettronico per ottenere indietro il 10% su una spesa massima di 1.500 euro. Nei successivi 6 mesi, dovrai effettuare altrettante transazioni per un totale di 100 all’anno. Il totale del rimborso sarà pari a 300 euro.

Il rimborso massimo per singola transazione è di 15 Euro.

2020-03-10

Riassumendo
Nel corso dei 6 mesi devi utilizzare – per esempio – il bancomat almeno 50 volte. La somma totale della spesa ti verrà rimborsata del 10%, sappi però che il rimborso massimo sarà di 150 euro, quindi se spendi 2.000 euro in totale, avrai comunque sempre un cashback di 150 euro.

Lo stesso discorso vale anche per il secondo semestre: in totale, nel corso dei 12 mesi (un anno), potrai ricevere indietro 300 euro.

Quali spese sono valide per il cashback

Ecco le spese che ti verranno conteggiate ai fini del cashback. Dove acquistare:

  • negozi
  • bar
  • ristoranti
  • supermercati e grande distribuzione
  • artigiani e professionisti (es. idraulico, elettricista, dentista…)

Non sono validi gli acquisti effettuati online.

Cashback: pagamenti consentiti

  • carte di credito
  • carte di debito
  • app di pagamento

Purché registrati nell’ambito del cashback: ossia se hai registrato – per esempio – sull’App IO il tuo bancomat e poi paghi con la carta di credito NON registrata, la tua transazione non rientrerà nel cashbck.