La riapertura degli Stadi ai tifosi di calcio è avvenuta in occasione della prima giornata del campionato di Serie A 2021/2022 e più precisamente il 22 agosto 2021. Dall’11 ottobre con il nuovo decreto la capienza degli stadi è del 75% all’aperto e del 60% al chiuso.

Finalmente, dopo una lontananza forzata dagli spalti, i tifosi delle 20 squadre italiane coinvolte nel massimo campionato di calcio del nostro Paese, hanno riposto il telecomando, chiuso gli schermi dei device utilizzati per guardare le partite, e sono tornati a farlo live. Una grande conquista considerando che praticamente tutto il precedente campionato si è svolto a porte chiuse.

Stadi aperti per i tifosi con capienza ridotta

Il Consiglio dei Ministri ha dato il via libera per il rientro dei tifosi sugli spalti per il Campionato di Serie A 2021/2022. Gli stadi possono quindi ospitare i tifosi, compresi quelli in trasferta, inizialmente a patto che la struttura occupi solamente fino al 75% all’aperto e al 60% al chiuso della sua capienza. Inoltre, possono assistere ai match dal vivo solamente i tifosi in possesso del Green Pass.

La prima partita a porte chiuse per Coronavirus
Inter-Ludogorets è stata la prima partita a disputarsi a porte chiuse per l’emergenza Coronavirus: era il 27 febbraio 2020. Nel silenzio surreale di San Siro, l’Inter era scesa in campo contro il Ludogorets. In quell’occasione i nerazzurri avevano guadagnato l’accesso agli ottavi di Europa League vincendo anche la gara di ritorno con un 2-1.

Come guardare le partite di Serie A da casa

Ti ricordiamo che tutte le partite di Serie A 2021/2022 (e lo sarà fino al 2024) sono disponibili su DAZN che ha i diritti per 7 match in esclusiva e 3 in co-esclusiva con Sky.

Per poter vedere le partite di Serie A su DAZN è necessario sottoscrivere un abbonamento al costo di 29,99 euro/mese.

Iscriviti a DAZN qui

Se vuoi saperne di più, scopri qui quanto costa vedere le partite di Serie A su DAZN.