Creata da Andrea Di Stefano e prodotta da Lorenzo Mieli per The Apartment e Wildside, entrambe società del gruppo FremantleBang Bang Baby è la serie Amazon Original di genere crime, disponibile su Prime Video dal 28 aprile.

In occasione della sua uscita, dopo avervi parlato dei primi due episodi (leggi qui la nostra recensione dei primi due episodi di Bang Bang Baby), in questo articolo vogliamo raccontarti cosa ne pensiamo degli episodi 3, 4 e 5 della serie, che ci portano nel vivo della narrazione per accompagnarci verso ciò che la serie vuole davvero portare sullo schermo.

La recensione degli episodi 3, 4 e 5 di Bang Bang Baby

Dopo un inizio col botto, che ci ha permesso di entrare nel mondo di Alice, della famiglia Barone e nella Milano degli anni ’80Bang Bang Baby continua la sua narrazione senza mai dimenticare ciò che vuole raccontare, portando sul piccolo schermo una moltitudine di eventi che rendono gli episodi in grado di tenere lo spettatore incollato allo schermo, curioso di scoprire cosa accadrà nella scena successiva.

Ciò che Bang Bang Baby ci regala con gli episodi 3, 4 e 5 della prima stagione, infatti, è una storia in cui accade sempre qualcosa, proprio come i primi due episodi ci avevano promesso, e in cui ogni avvenimento non è fine a sé stesso, ma serve per costruire una narrazione a tutto tondo e a delineare i personaggi che, anche grazie alle interpretazioni degli attori scelti, appaiono sempre credibili, anche quando il loro carattere ci viene mostrato agli estremi: i personaggi che vediamo non sono mai solo buoni o cattivi, ma ricchi di sfaccettature che ci aiutano a entrare meglio nella storia. In particolar modo, il personaggio di Alice subisce un incredibile cambiamento nel corso di questi episodi, già iniziato con i primi due, senza mai però perdere la sua credibilità, ed è proprio questo uno dei punti forti di questa serie.

Continuano poi i numerosi riferimenti alla cultura Pop degli anni ’80 che non solo ci consentono di vedere il mondo dagli occhi di Alice Barone, ma a volte sono parte integrante della narrazione e la influenzano, diventando molto più che semplici riferimenti. La fotografia e la colonna sonora si riconfermano poi altri punti forti di Bang Bang Baby, contribuendo a rendere il titolo incredibilmente piacevole da guardare e ascoltare, non solo per ciò che racconta ma anche per come gli avvenimenti  vengono portati sullo schermo, in un magistrale lavoro di regia e montaggio.

Dopo una prima discesa all’inferno, gli episodi 3, 4 e 5 ci trascinano in un mondo ancor più violento, in cui l’innocenza viene strappata e le scelte fatte dai personaggi li conducono sempre più a fondo, per accompagnarci verso la seconda parte degli episodi, che esploreranno senza alcun dubbio la relazione tra Santo e Alice, e il cambiamento di quest’ultima, ora più che mai parte della famiglia Barone.

Bang Bang Baby in streaming

Bang Bang Baby è disponibile su Prime Video.

Iscriviti qui ad Amazon Prime Video

Se non sei ancora abbonato alla piattaforma streaming di Amazon ti ricordiamo che Prime Video è gratis per 30 giorni per tutti i nuovi iscritti oppure per 90 giorni con la promozione Prime Student.

L’hashtag ufficiale della serie è #BangBangBaby.

Scopri qui anche cosa è stato raccontato all’incontro stampa di Bang Bang Baby organizzato da Prime Video.