Vai a Team World Shop

Netflix migliora la qualità audio dello streaming

Netflix sceglie di migliorare la qualità audio dello streaming: arriva l'Adaptive Audio Streaming per un'esperienza ancora più avvincente.

Netflix nel corso degli anni ha apportato numerose migliore al suo servizio. La forte spinta al miglioramento della piattaforma inizialmente ha riguardato la qualità video: man mano che la piattaforma è cresciuta abbiamo visto l’introduzione di contenuti in qualità HD e ultra-HD.

L’audio, invece, si sa non era mai stata finora la principale prerogativa degli inventori del servizio di streaming più famoso al mondo, ma negli ultimi mesi, un po’ per l’accresciuta concorrenza un po’ per le continue lamentele provenienti dagli stessi addetti ai lavori delle serie TV prodotte da Netflix, i tecnici della piattaforma si sono messi al lavoro per ritoccare anche il sistema audio che accompagnerà lo streaming video.

Audio Netflix in alta qualità: ecco le novità

La qualità audio dello streaming su Netflix è stata al centro di numerose discussioni negli ultimi mesi. A “lamentarsi”, se così si può dire, sono stati gli stessi produttori e registi che hanno fatto notare al colosso dello streaming online come per alcune sequenze la carenza audio della piattaforma è risultata un vero problema per la resa delle scene. Per esempio, i fratelli Duffer, produttori e registi di Stranger Things, hanno evidenziato come alcune delle scene abbiano avuto un impatto ridotto sul pubblico per via della resa surround dell’audio.

I tecnici Netflix si sono messi immediatamente a lavoro per migliorare l’audio sulla piattaforma aumentando la qualità dei bitrate messi a disposizione della banda rendendoli al tempo stesso variabili, proprio come avviene per la traccia video: il nuovo sistema messo a punto, l’Adaptive Audio Streaming, è quindi capace di riadattare dinamicamente la banda dedicata all’audio insieme a quella del video.

Cosa cambia quindi? Finora la traccia audio era “statica” e la frequenza su cui viaggiava era fissata a 192 Kbps. Con il nuovo sistema, alla pari dello streaming video, la traccia audio si adatterà alla velocità di connessione e alla capacità della CPU del dispositivo riuscendo così a variare fino a 640 Kbps per il Dolby Digital 4.1 surround e 768 Kbps per il Dolby Atmos (previsto nell’abbonamento Premium). L’esperienza sonora per il pubblico sarà di un livello molto superiore anche se ciò richiederà inevitabilmente connessioni più veloci per godere al meglio del nuovo impianto audio e dispositivi compatibili con la nuova tecnologia.

Il parere degli addetti ai lavori…

Le tecnologie di bitrate adattative, come il sistema Adaptive Audio Streaming implementato da Netflix, sono significativamente più complesse dal punto di vista operativo rispetto alle tradizionali tecnologie di streaming. Per l’azienda che le adotta questo si traduce, in primo luogo, in un aumento dei costi di archiviazione.

Netflix sta facendo degli sforzi enormi dunque anche lato audio, e i registi potranno forse iniziare finalmente ad apprezzare la visione delle loro scene anche durante lo streaming. L’audio infatti non è da meno rispetto alle immagini, a ribadirlo è il regista Danny Boyle:”il successo di un film dipende per il 70% dall’audio di qualità. Non ce ne accorgiamo perché non lo vediamo”. Su quest’ultima osservazione sembrano essere d’accordo anche i tecnici Netflix visto che si sono immediatamente messi all’opera per migliorare la loro piattaforma anche su questo aspetto!