Vai a Team World Shop

Liam Payne protagonista del primo episodio di MTV Volume: video e intervista

Guarda qui il video e le foto, e leggi la traduzione italiana dell'intervista di Liam Payne per il primo episodio del nuovo progetto di MTV: MTV Volume.

Liam Payne è il protagonista del primo episodio del nuovo progetto di MTV “MTV Volume”. Ecco il video e la traduzione italiana della sua intervista.

Annunciato tramite i profili social ufficiali di MTV, è ora disponibile su Youtbe la prima puntata di MTV Volume: il format del progetto consiste in un servizio realizzato da MTV, accompagnato da un’intervista, che permette allo spettatore di entrare nel cuore della vita dell’artista e di scoprirne i lati più segreti ed intimi attraverso confessioni e racconti inediti.

Il primo episodio di MTV Volume è dedicato a Liam Payne, un interessante ed emozionante reportage che ci guida dietro le quinte di quella che è la sua vera vita, dietro i riflettori, e che affronta argomenti e tematiche molto personali e delicate come la salute mentale, la paternità, l’amore e la sua esperienza come vittima di bullismo durante l’infanzia e l’adolescenza.

L’artista inglese ha da poco annunciato l’uscita del suo primo album “LP1” (disponibile in preorder su Team World Shop in versione CD  vinile) in arrivo il 6 dicembre 2019 e contenente l’ultimo singolo “Stack It Up” e l’inedito natalizio “All I Want for Christmas”.

Liam Payne per MTV Volume: il video

Ecco il video realizzato su Liam da MTV per MTV Volume:

Liam Payne per MTV Volume: l’intervista

Ecco la traduzione italiana delle dichiarazioni di Liam Payne per il primo episodio di MTV Volume:

LIAM SULLA MUSICA

“Probabilmente il mio primo amore è stata la musica, perché penso che in qualunque tipo di giornata basta mettere una canzone per cambiare l’atmosfera: Ad esempio quando sto lottando o sono nervoso per qualcosa. Mi sono appassionato alla musica principalmente nella mia età adolescenziale, quando ho iniziato ad innamorarmi un po’: ascoltavo l’album “Justified” di Justin Timberlake e “8701” di Usher. Ho passato molto tempo a piangere in quell’album di Usher, poichè molte ragazze mi spezzarono il cuore. Una delle prime canzoni che ho cantato al karaoke (ed è così che ho iniziato a dedicarmi alla musica e al canto) è stata “Wonderwall” e “Angels” di Robbie Williams”

LIAM SUL BULLISMO

“Non sono mai stato il bambino più grande della scuola. Ero abbastanza normale, ma alla fine sono stato vittima di bullismo. Per certi momenti della mia vita, è stato davvero un momento difficile da affrontare. La cosa più difficile del bullismo è quasi sempre che finisci un pò per conto tuo, e puoi sentirti molto solo in quella situazione. Mi chiudevo nella mia stanza per rimanere da solo; ma l’ultima cosa che vuoi fare è isolarti e assicurarti di essere sempre intorno alle persone che ti diano quell’attenzione e quell’amore di cui hai bisogno. Quando sei più giovane, penso che la fiducia provenga da qualsiasi cosa tu possa fare per far sentire forte i tui genitori. Quando guardavamo “X-Factor”, “Popstar” o qualsiasi altro spettacolo trasmettessero in quel momento, casa mia diventava una vera competizione di canto. Ricordo mio padre disse “Un giorno ti porteremo davanti a Simone Cowell”, ed io pensai:”Va bene ci proverò”.Quindi, mi iscrissi ad X-Factor e suppongo, davvero, che questo è ciò che mi ha dato la fiducia più di ogni altra cosa.”

LIAM SUI ONE DIRECTION

“Da bambino, ero abbastanza rilassato, timido e tranquillo. Poi vieni gettato in una boy band con altri quattro ragazzi turbolenti e ti ritrovi personalità come Louis e Niall, ad esempio, che sono così rumorosi e pieni di energia. Quindi, all’inizio, ero tipo, “non so cosa fare in questa situazione. Dal punto di vista della musica, penso che sia di grande aiuto avere dei fratelli sul palco con te mentre lo fai, ed è stata una bella sensazione all’inizio perché siamo entrati in un mondo così “spaventoso”. E’ successo tutto cosi in fretta: da un giorno all’altro siamo letteralmente passati dal “nulla” al super famoso. Spesso penso ad altri artisti, come ad esempio Justin Bieber e a quando sei da solo all’inizio…è così dipendente! Capisco come ci si sente perché ora sono un artista solista, ma all’inizio è stato davvero bello avere quel conforto dei ragazzi. Purtroppo nel caso del cantautore, è quando ti lasci o c’è una rottura che ti rende 10 volte più creativo, perché devi tirarlo fuori. Non sono sicuro del perché, ma sì, è un diverso tipo di sentimento. Una canzone felice? Non lo so, ho faticato a scrivere quando ero felice perchè avevo paura che diventasse un po ‘sciocco. Non riesco davvero a tirarla fuori!”

LIAM SU ED SHEERAN

“Essere in grado di lavorare con Ed Sheeran è stato la più incredibile spinta di fiducia mai avuta nel fare cose da solista, perché è il miglior cantautore del mondo. Probabilmente è uno degli uomini più indaffarati del pianeta, ma ha ancora il tempo di scrivere un po ‘di canzoni per me, il che è fantastico! Ho incontrato Ed per la prima volta quando avevo 17 anni. Stavamo suonando alcune canzoni dei 1D ed eravamo tutti così giovani e ingenui per ciò che stava succedendo.”

LIAM SULL’AMOR PROPRIO

“Mi sembra di aver vissuto la mia vita, per un certo punto, come un personaggio che pensavo di essere. Un giorno mi sono svegliato ed ho pensato: “Ma in realtà non sei quel ragazzo, quindi perché diavolo lo fai?” Quindi, penso che il primo punto sia capire te stesso, e poi la parte successiva cosa fare per raggiungere quello che vuoi essere. Essere in forma era uno degli obbiettivi che volevo raggiungere. Molte volte penso a quando le persone sono tristi o depresse, perchè sono stato così tante volte anche io, in realtà è più per il fatto perché sai che potresti fare qualcosa, ma non l’hai fatto! Ma “Ogni giorno che ti svegli hai l’opportunità di fare qualunque cosa vuoi fare ma devi solo seguire l’obbiettivo correttamente. Ad un certo punto questo lavoro può essere piuttosto disgustoso perchè è come se guardassi e valutassi sempre tutto di te…ed è orribile.”

LIAM SULL’AMORE

“Onestamente, l’amore, penso che non lo capisci davvero fino a quando non ti dà quella “puntura”, tutto qui! Ci è voluto molto tempo per me perchè qualcosa mi aveva distrutto, ma dopo mi ha fatto apprezzare meglio l’amore e la gente. Penso che per la maggior parte del tempo, vivere una vita così esposta abbia reso gli appuntamenti o la vita privata davvero difficile, sopratutto per la pressione che tu e quella persona avete in quel momento. Sono arrivato ad un momento della mia vita in cui ho appena realizzato che non vale la pena sacrificare la mia felicità perché qualcuno potrebbe vedere qualcosa. In questo momento sono molto felice ora e le cose vanno bene. Ho trovato una persona che è la mia migliore amica oltre ad essere la mia partner.”

LIAM SU BEAR

Bear Grey Payne è il primo figlio di Liam avuto dalla ex compagna Cheryl Cole. Ecco le parole dell’artista sulla sua esperienza di giovane padre:

“Essere papà ti cambia notevolmente la vita. E’ la cosa più spaventosa del mondo perché pensi “Oh mio Dio, devo prendermi cura di questa piccola creatura ed è davvero bellissima, ma ci sono molte responsabilità”; ed ero così giovane quando sono diventato papà.”

Liam Payne per MTV Volume: le foto del servizio

Ecco alcuni scatti realizzati dal fotografo Charlie Chops: