Se ti stai chiedendo cosa significa LGBT, sappi che si tratta di una sigla utilizzata per indicare collettivamente la comunità Lesbica, Gay, Bisessuale e Transgender.

LGBT cosa significa

La sigla LGBT include le persone lesbiche (L), gay (G), bisessuali (B) e transgender (T). L’acronimo si è diffuso, con maggiore rilevanza, negli anni Novanta con lo scopo di rappresentare una comunità più ampia rispetto a termini fino a quel momento utilizzati, come community gay.

L’acronimo LGBT è riconosciuto a livello mondiale e è utilizzato sia nel lessico delle istituzioni che della società civile.

A volte viene utilizzata anche la sigla LGBTIQ, dove la I sta per intersessualità (condizione della persona che, per cause genetiche, nasce con i genitali e/o i caratteri sessuali secondari non definibili come esclusivamente maschili o femminili) e Q per queer, termine utilizzato per indicare tutte le sfaccettature dell’identità di genere e dell’orientamento sessuale.

Giornata Mondiale dell’orgoglio LGBT

Il 28 giugno di ogni anno si celebra la Giornata Mondiale dell’orgoglio LGBT. Si parla di “orgoglio” (tradotto in inglese “Pride”) inteso come fierezza per essere quello che si è, dove la diversità sessuale è un dono e l’orientamento sessuale e l’identità di genere sono innati o comunque non “manovrabili” dall’esterno.

Fondamentalmente la communità LGBT si fa portavoce di un messaggio universale: tutti dobbiamo essere orgogliosi di quello che siamo.

2020-03-10