La Risposta è nelle Stelle

Vi siete mai chiesti come si fa a trasportare le atmosfere di un libro all’interno di un film? Letteralmente, la risposta che cercavate è “La Risposta è nelle Stelle”, uscito al cinema il 4 Giugno.

Leggi anche: La Risposta è nelle Stelle: le recensioni di chi l’ha già visto

L’adattamento cinematografico dell’omonimo romanzo di Nicholas Sparks, interpretato da Scott Eastwood e Britt Robertson e prodotto dalla stessa squadra di Colpa delle Stelle, è frutto di un minuzioso lavoro nei minimi dettagli e noi abbiamo pensato di svelare i più interessanti.

Dal perchè i cowboy non indossano mai il colore giallo all’incredibile chimica tra Scott e Britt sul set, dal sogno premonitore di Sparks alle musiche della colonna sonora, fino alle differenze tra film e libro: tutto quello che non sapevate su La Risposta è nelle Stelle!

10 CURIOSITA’ SU LA RISPOSTA E’ NELLE STELLE

#1 – IL SET

La Risposta è nelle Stelle set

La maggioranza delle scene del film è stata registrata in esterna e per rendere l’esperienza dello spettatore ancora più memorabile, Sparks e la produzione hanno scelto panorami mozzafiato.

Due mesi di riprese nel North Carolina – tra Wilmington e Jacksonville – hanno portato gli attori in posti spettacolari, come il luogo in cui sorge la fattoria di Luke: un possedimento lontano dalla città, con un ruscello che scorre in prossimità della casa.

In particolare, il primo appuntamento di Luke e Sophia si svolge in mezzo alla natura, con un bosco, un lago e una cascata che regalano l’atmosfera perfetta per una serata romantica. L’area è la stessa in cui sorge il Black Mountain College, che nella storia svolge un ruolo fondamentale.

2020-03-10