Vai a Team World Shop

I più bei film sulla musica e i musicisti

I film sulla musica raccontano emozioni e vite di musicisti inaspettate che ci appassionano e legano al loro talento

musicista

I film sulla musica e i musicisti hanno un loro fascino tutto particolare. Ci fanno rivivere le vicende di grandi compositori e cantanti, ma al tempo stesso ci deliziano con bellissime canzoni. Non va sottovalutato che spesso questi film ci fanno anche scoprire o riscoprire artisti di cui abbiamo sentito parlare, ma su cui non ci siamo mai soffermati più di tanto. Oppure possono avvicinarci a generi che conoscevano poco o per niente. Insomma, le implicazioni di vedere un film sulla musica e sui musicisti possono essere molteplici, a partire da quello di godersi un bel film.

Vediamo allora quali sono, secondo noi, quelli che meritano di essere assolutamente visti.

Elenco di film che un appassionato di musica dovrebbe guardare

Il violinista del diavolo

Diffuso nel 2013, “Il violinista del diavolo” ci racconta, tra realtà e fantasia, la vita di un grande compositore e musicista italiano: Niccolò Paganini.
Maestro di grandissimo talento, Paganini è ritenuto uno dei più grandi musicisti della storia, dalla vita abbastanza scapestrata. Nel film lo si vede all’inizio della sua carriera quando consuma le sue energie tra bische, donne e droghe, finché non incontra un impresario, Urbani, che gli propone uno strano contratto che gli garantirà fama e successo. Cominciano così i tour di Paganini in Italia e all’estero, e non mancano mai donne al famoso musicista (che diventerà anche padre). Arrivato in Inghilterra, dove si susseguono le voci di un suo patto con il diavolo, Paganini si innamora di una giovane e talentuosa cantante. Urbani però non vuole che il suo pupillo sia distratto dall’amore e lo porta via dalla donna con l’inganno. La vita di Paganini si concluderà anni dopo, ma l’amore impossibile per questa cantante lo accompagnerà fino alla fine. Il film gioca molto sulla falsariga del Faust e del patto con il diavolo, e approfitta delle leggende di “violinista del diavolo” che accompagnarono Paganini durante la sua vita, per il suo modo unico di suonare.

Marley

Se “Il violinista del diavolo” si muove tra realtà e fantasia, “Manley” al contrario è un documentario che vuole essere quanto più aderente alla realtà possibile. Il film racconta la storia di una delle più grandi icone della musica di tutti i tempi: Bob Marley. La storia del re del reggae raccontata in questa pellicola è stata autorizzata dalla famiglia di Marley e, soprattutto, usa molti video privati e inediti dell’artista. Ne viene fuori un’immagine a tutto tondo di Marley come musicista e come simbolo politico e sociale di intere generazioni.

School of rock

“School of rock” è una simpatica commedia sull’amore per la musica. Dewey Finn è un ragazzo che sogna di sfondare nel mondo del rock e che si ritrova, grazie a un errore, a insegnare in una scuola. Qui, di nascosto dalla preside, riesce a mettere su una incredibile rock band grazie al talento dei ragazzi. Verrà alla fine scoperto, ma la passione per il rock avrà oramai contagiato i ragazzi che, in una sfida con altre band rock, stupirà il pubblico, tra cui ci saranno anche i loro genitori, per niente favorevoli a questo tipo di musica.

Ray

Distribuito dopo pochi mesi dalla morte dell’artista di cui parla, “Ray” è la storia del grande pianista Ray Charles.
Nato in Florida, Ray perde la vista giovanissimo, ma grazie alla madre scopre il suo talento per il piano. Con gli anni, Ray sviluppa uno stile tutto suo e diventa sempre più famoso. Ma Ray è anche un uomo di colore nell’America della segregazione razziale. Dovrà quindi lottare contro il razzismo, ma anche contro la sua dipendenza dalla droga.

The Doors

Altro film che tratterà dei problemi di droga della star protagonista è “The Doors”, incentrato su Jim Morrison e la sua band. Giovane studente di cinematografia, Jim abbandona presto i corsi e si dedica alla musica fondando i Doors. La band crea scandalo a causa dei suoi testi, ma nonostante questo riscuote sempre più successo. Nel frattempo Jim si innamora di due donne contemporaneamente, ma la sua doppia relazione viene alla fine scoperta con conseguenze nefaste sulla sua vita. Sempre più dipendente da alcol e droga, Jim viene condannato per blasfemia e decide di trasferirsi a Parigi dove ci sarà la sua tragica morte.

8 Mile

Se “The Doors” racconta di un’icona rock, “8 Mile” narra la difficile ascesa al successo di Eminem. Ambientato nella Detroit anni ’90, Eminem è uno dei pochi bianchi a vivere nel quartiere nero, separato dalla 8 Mile Road dalla parte abitata dai bianchi. Tra una madre alcolizzata, un avviso di sfratto e l’amore per la sorella, Eminem cerca di sfondare nel mondo dell’hip hop. Ma oltre ai problemi familiari dovrà affrontare anche le sue paure e le sue timidezze.

Bohemian Rhapsody

Questa lista di film su musica e musicisti assolutamente da vedere non può che concludersi con “Bohemian Rhapsody”, la pellicola sui Queen e il loro leader Freddie Mercury.
Il film comincia dall’adolescenza di Freddie, cresciuto in una modesta famiglia di immigrati con il sogno di diventare un cantante. Grazie a un caso fortuito riesce a diventare il cantante dei Queen e a incidere il primo album. Il successo arriva e con esso i tour internazionali. Freddie scopre però di essere omosessuale, la donna che lo ama sarà costretto a lasciarlo, pur restandogli sempre amica. Preso nel turbine del successo, Freddie dimentica gli altri componenti della banda e decide di incidere dei dischi da solista. Isolato dal resto del mondo, anche a causa di collaboratori infedeli, Freddie scoprirà di avere l’HIV, e di non voler mancare al Live Aid, uno dei più grandi concerti di beneficenza della storia.
Leggi la trama e scopri il cast di Bohemian Rhapsody