La voce di Siri non sarà solo femminile, in arrivo anche quella maschile – L’assistente vocale di Apple verrà rinnovato con il rilascio della nuova beta di iOS 14.5 che introduce due nuove voci inglesi a Siri.

Si potrà presto decidere se far parlare Siri con una voce femminile (quella che conosciamo già tutti) o maschile (presente solo in alcuni mercati come predefinita). La novità sta quindi nel poter scegliere quale rendere predefinita, senza che ce ne sia una stabilita da Apple. Per la prima volta un assistente vocale perde la sua connotazione di genere.

Siri avrà anche una voce maschile

In fase di configurazione dello smartphone, sarà l’utente a decidere quale voce di Siri usare, se quella femminile o maschile. Le lingue supportate sono al momento 16.

Inoltre ora le voci verranno eseguite con il framework Neural TTS (Neural Text To Speak), in grado di renderle meno “robotiche” e quindi più realistiche e naturali.

Il perché di questa modifica

Con questa novità Apple – sempre attenta a temi come diversità e inclusione – ha voluto dare un segnale anche all’Unesco che nel 2019 aveva condiviso un report secondo cui l’impostazione di default di una voce femminile come assistente vocale, trasmetteva un messaggio sbagliato, ossia quello che la donna è sempre pronta, servile e docile nel compiacere e rispondere alle necessità, semplicemente premendo un tasto.

2020-03-10