Ogni anno a giugno si celebra il Pride Month: un intero mese arcobaleno dedicato all’accettazione sociale e di sé stessi e ai diritti civili e legali LGBTQ+.

Se quest’anno, per celebrare il Pride Month ti piacerebbe tuffarti in Podcast a tema, che trattino argomenti importanti, sei nel posto giusto: qui sotto troverai una lista di consigli che fa proprio al caso tuo!

Podcast da ascoltare per il Pride Month

Tutti i Podcast che trovi qui sotto, perfetti per celebrare il mese del Pride, sono accompagnati dalla sinossi ufficiale e dalla relativa piattaforma sulla quale sono disponibili all’ascolto.

Non è il mio corpo

Cominciamo la nostra lista di consigli con un titolo Spotify Original, disponibile dal 25 giugno con una puntata al giorno: Non è il mio corpo. Il Podcast è prodotto da Chora Media e Spotify Studios.

SINOSSI

Silvia è una madre come tante, con una figlia come tante, che frequenta la scuola media. Un giorno, mentre la madre sta scolando la pasta per il pranzo, la figlia le dice a bruciapelo: “Mamma, sono trans. Anzi, sono non binario”. Per Silvia, è l’inizio di una nuova fase della vita, quella in cui prova a stare vicino a una figlia che chiede di essere chiamata al maschile con un nome diverso: Alex. Grazie al sostegno del SAIFIP, un servizio di un ospedale romano dedicato alla disforia di genere, Alex inizia il proprio percorso terapeutico, mentre Silvia si pone sempre più domande: davvero conosce così poco suo figlio? Come è stato possibile non accorgersi di nulla?

Coming out: Storie che vogliono uscire

Ci spostiamo su Audible per consigliarti Coming out: Storie che vogliono uscire, il titolo Audible Original di Irene Facheris e autori vari.

SINOSSI

Nel mondo LGBTQ+, per coming out si intende il momento in cui una persona decide di dire al mondo “io sono così” e deriva dal modo di dire “coming out of the closet”. I coming out sono tutti diversi non solo perché sono diverse le persone che li fanno, ma anche perché sono diverse quelle che li ascoltano. Ogni coming out è una storia, il racconto di un pezzo di viaggio unico, un incontro tra chi ha bisogno di dire e chi ha (si spera) voglia di ascoltare. Queste sono 12 storie che volevano uscire dall’armadio, ora non resta che starle a sentire.

  1. Naki – Il viaggio
    A volte è necessario andare molto lontano per sentirsi davvero vicini a sé. Naki ci parla di un coraggio difficile da raggiungere, in un’India a portata di mano.
  2. Rita – L’attivismo
    La cultura LGBTQ+ italiana ha una storia fatta di circoli, associazioni, discussioni e nuove idee. Partendo dagli anni 80 e arrivando ai giorni nostri, Rita la ripercorre, portandoci per mano nell’evoluzione dell’attivismo rainbow in Italia.
  3. Daphne Bohémien – Lo stigma
    Se la cultura fosse una supereroina, la paura sarebbe l’antagonista principale e a sconfiggerla, naturalmente in drag, ci penserebbe Daphne. Una storia (siero)positiva.
  4. Eytan – Il rispetto
    I ricordi da bambina e un presente da uomo adulto. Le due cose possono convivere, ce lo insegna Eytan.
  5. Shanti – La stranezza
    Cos’è “strano”? È qualcosa di poco comune, di nuovo, di colorato. E in un mondo di stranezze, cosa cambia aggiungerne un’altra? Shanti racconta la bisessualità nella sua normalità.
  6. Giulia – La solitudine
    Tra l’adozione e la vita in famiglia, si inserisce il coming out di Giulia. Dalla Russia all’Italia, su una scia arcobaleno.
  7. Sem&Stènn – La coppia
    Vivere e lavorare insieme, facendo del proprio amore una vera forma d’arte. È la storia di Salvatore e Stefano, in arte Sem&Stènn.
  8. Virginia – La rappresentazione
    Cosa accade quando scopri di essere bisessuale negli anni 2000 e accendi la TV? Un gran casino. Ce lo dice Virginia.
  9. Jude – L’identità
    “Prima avevi una sorella, ora hai un fratello”. Ma Jude è sempre Jude.
  10. Muriel – La libertà
    Liberare il proprio corpo per liberare la propria mente, in un circolo virtuoso impossibile da interrompere. È la storia di Muriel.
  11. Mc Nill – La lesbica
    Doveva essere un insulto, è diventata una firma. La rapper Mc Nill racconta il coming out più tenero e complesso, appoggiando le parole su una sinfonia agrodolce.
  12. Luigi – La fede
    Si può essere gay e credenti? La risposta, ci dice Luigi, è “certamente sì”.
Coming out: Storie che vogliono uscire
  • Autori Vari (Autore) - Narratori Vari, Irene Facheris (Narratori)

Per poter ascoltare i titoli presenti nel catalogo di Amazon Audible è necessario sottoscrivere un abbonamento, gratis per un mese per tutti i nuovi clienti.

Iscriviti qui ad Amazon Audible

Equalitalk – Coming Out

Su Audible troviamo anche un altro titolo Audible Original, perfetto da ascoltare in occasione del mese del PrideEqualitalk – Coming Out. Di Mc Nill e Irene Facheris, il Podcast è letto da Giulia, Eytan, Mc Nill e Irene Facheris.

SINOSSI

Equalitalk è il podcast di Irene Facheris nato per parlare di argomenti complessi in modo semplice. Ogni stagione ha un tema principale e una co-conduzione ad hoc. In queste puntate, parleremo di cultura LGBTQ+ con la rapper Mc Nill.

  • Orientamento, identità ed espressione: Chi sentiamo di essere, con chi ci piace andare a letto e come ci presentiamo al mondo sono tre aspetti importanti della vita di ognuno di noi. Alcune volte sono legati, altre volte no.
  • La sigla LGBT(QIA+): Fino a LGBT (forse) ci arriviamo. Ma il resto? Fughiamo ogni dubbio sulla sigla più rainbow che c’è!
  • Il linguaggio: Perché dare importanza al femminile? Come mai si usa sempre più spesso l’asterisco? È una moda (spoiler: no) o c’è un senso più profondo?
  • Outing e Coming out: Il cruccio del mondo del giornalismo mainstream, spiegato semplice. No, non sono la stessa cosa!
  • Trans e non-binary (ospite: Eytan): C’è un modo per comprendere realtà diverse dalla nostra, ed è ascoltarle. Qui Eytan e Mc Nill provano, con tanta pazienza, a raccontare cosa significhi per loro essere transgender e non-binary.
  • Pride: “Ma che bisogno c’è di ostentare così?” Un bisogno immenso, ne parliamo qui.
  • Bisessualità (ospite: Giulia): Quando si parla di persone bisessuali, l’unica confusione è nella testa di chi ascolta. E allora affrontiamola nel dettaglio una volta per tutte!
  • Luoghi comuni: “Sono tutti femminili”, “possono fare un lavoro solo”, “sono promiscui”. E altre frasi che bisogna smettere di dire… ieri.
  • Alleati: La sottile differenza tra dare una mano e pretendere un premio. Una (comprensiva e dolce) tirata d’orecchie a chi ha perso di vista lo scopo del combattere le battaglie di altri.
  • Discriminazioni: Le violenze sono terribili, ma sono solo la punta dell’iceberg. Per chiudere la stagione con un Titanic carico di cultura.
Equalitalk - Coming Out
  • Mc Nill (Autore) - Giulia, Eytan, Mc Nill (Narratori)

Generazioni

Ci spostiamo invece su Storytel per consigliarti Generazioni, il Podcast di Luca de Santis, creatore del blog Geekqueer. Il Podcast è arrivato su Storytel proprio in occasione del mese del Pride!

SINOSSI (del primo episodio)

Luca ha quindici anni, vive in una cittadina del Sud Italia e il suo coming out sta per cambiare per sempre la sua vita e quella delle persone che conosce. Era così diverso scoprirsi gay negli anni ’90? Com’è per i ragazzi di oggi? E com’era per Beppe, un suo caro amico, negli anni ’70? Il viaggio di Luca sta per cominciare.

Queer to Queer

Terminiamo la nostra lista di consigli con Queer to Queer, disponibile su Spotify, Speaker e Apple Podcast.

Il Podcast di Giulio Farronato e Nicola Noro, nato per dare voce alle minoranze nel mondo LGBT+.

SINOSSI

Queer to Queer è il podcast che da voce alle minoranze nel mondo LGBT+. Parla di lesbiche, gay, bisessuali e trans, ma racconta le storie di cui non parla nessuno. Si esce dagli stereotipi, ci si siede comodi e si approfondisce. Con noi ci sono loro, i protagonisti delle nostre storie. Ad aiutarci a comprendere meglio un esperto per ogni argomento. In Queer to Queer sì va oltre i soliti cliché.

Scopri qui anche i migliori audiolibri da ascoltare in occasione del Pride Month.