Google News Showcase è un nuovo programma promosso da Google che dalle prossime settimane sarà attivo anche nel nostro Paese, garantendo agli editori italiani, firmatari dell’accordo, remunerazioni più alte per il proprio lavoro e dando ai lettori l’accesso a contenuti giornalistici di qualità. Il progetto, nato dopo le forti pressioni esercitate a seguito dall’approvazione della Direttiva UE sul copyright, che prevede, tra le altre cose, il giusto riconoscimento agli editori che lavorano in rete, era già stato annunciato nell’ottobre del 2020. I portavoce di Google si erano detti disposti ad investire 1 miliardo di dollari nello sviluppo di partnership con gli editori.

In Italia i primi accordi sono stati siglati con Caltagirone Editore, Il Foglio, Il Fatto Quotidiano, RCS Media Group, Sole 24Ore e altre testate, per un totale di 13 gruppi editoriale e 76 giornali locali e nazionali. 

Come funziona Google News Showcase

Grazie a Google News Showcase sarà possibile leggere all’interno di Google News e di Google Discover contenuti redatti dalle principali testate nazionali e locali.
L’obiettivo del motore di ricerca più utilizzato al mondo è di fornire un servizio di informazione qualitativamente migliore ai suoi utenti, fornendo agli editori la possibilità di consolidare legami significativi con i lettori e trarre benefici dall’aumento del traffico verso i propri siti e dalla sottoscrizione di nuovi abbonamenti. Una parte fondamentale dell’accordo con editori prevede a questi ultimi la possibilità di offrire ai lettori l’accesso a specifici contenuti, finora accessibili soltanto in abbonamento, tramite paywall, cioè mediante un sistema che permetterà di leggere la notizia e invogliare l’utente ad abbonarsi per continuare a leggerne altre della stessa qualità.

Ma come funziona Google News Showcase? La piattaforma sarà formata da “story panels”, ossia da schermate in cui gli editori introdurranno le notizie. Gli editori avranno il pieno controllo sulla presentazione delle notizie. Queste ultime, infatti, potranno essere rese più accattivanti con diverse funzioni come la possibilità di inserire una timeline, degli elenchi puntati, delle immagini o dei video e persino note audio di approfondimento.
I lettori, oltre al titolo dell’articolo, avranno a disposizione una serie di informazioni che aiuteranno a comprendere l’argomento trattato e il contesto. Non solo, gli utenti avranno la possibilità di “seguire” una testata così da poter vedere nelle sessioni successive altri contenuti della stessa o scoprire nella sezione “For You” o “Edicola” di Google News articoli in linea con le testate preferite.

 

2020-03-10