Apple Music

Apple Music è il nuovo servizio di streaming musicale lanciato dal marchio della mela sul palco del Moscone Center di San Francisco, dove si è aperta l’annuale WWDC, la conferenza mondiale degli sviluppatori Apple.

Leggi anche: Periscope: la mappa del live streaming

Dopo l’avvento di Spotify e Tidal, realtà già celebri nel firmamento dello streaming musicale, Apple Music offre alcune novità, come si legge nel comunicato stampa:

“Apple Music è un rivoluzionario servizio di streaming musicale, una pionieristica stazione radio live internazionale Apple che trasmette 24 ore su 24 e un modo nuovo e straordinario per gli appassionati di musica di restare in contatto con i loro artisti preferiti.”

Non a caso, il nuovo servizio Apple Music è stato presentato da Jimmy Iovine, produttore discografico americano che ha lavorato coi più grandi nomi del rock, da John Lennon a Bruce Springsteen fino agli U2. Presidente della Interscope Records, Iovine è anche uno dei fondatori del celebre marchio di cuffie Beats by Dr. Dre, aziende acquistata proprio da Apple nel 2014.

Leggi anche: Il social preferito dagli italiani è…

Una radio

Abbiamo detto che Apple Music sarà anche una radio. Beats 1 è la prima stazione radio globale di Apple, in funzione 24 ore al giorno, 7 giorni su 7, che trasmette da Los Angeles, New York e Londra. Canzoni, ospiti e interviste saranno lanciate dai d.j. Zane Lowe, Ebro Darden e Julie Adenuga.

La funzione Connect

Un’altra novità di Apple Music è la funzione Connect, che promette un’esperienza completamente nuova e a 360° nell’ascoltare musica in streaming.
Connect promette una forte interazione tra fan e artisti, che potranno condividere testi, foto del backstage, video o persino presentare il loro ultimo brano ai fan dal loro iPhone. Gli appassionati potranno commentare o mettere un Like ai contenuti pubblicati dall’artista e condividerli via Messaggi, Facebook, Twitter e email. E quando un utente aggiunge un commento, l’artista può rispondergli direttamente.

Leggi anche: My Idol: l’app che fa ballare anche Obama!

Siri

Nel comunicato stampa diramato da Apple, si può leggere una vera chicca che vede protagonista Siri, l’assistente vocale:
“Oltre alla selezione umana, anche Siri aiuta gli utenti ad ascoltare musica e divertirsi con Apple Music. Basta chiedere a Siri: “Riproduci i migliori brani del 1994”, “Riproduci la canzone più bella di FKA twigs” o “Qual era il brano numero uno nel febbraio del 2011?”

QUANDO

2020-03-10

Dal prossimo 30 Giugno, su Apple Music saranno oltre 30 milioni i brani disponibili in tutto il mondo per iPhone, iPad, iPod touch, Mac e PC, mentre in autunno il servizio sarà attivo anche per i dispositivi Android e la nuova Apple TV.

COSTI

Come tutti i servizi di streaming musicale, anche Apple Music ha un abbonamento mensile: 9,9 dollari al mese per un accesso singolo, mentre per 14,99 dollari al mese è possibile acquistare un pacchetto famiglia con sei accessi.