L’emergenza Coronavirus sta cambiando la vita di tutti noi. Per la nostra sicurezza, e quella degli altri, è importante restare a casa e limitare il più possibile le uscite. Per questo motivo, molti di noi hanno scelto la vendita online per fare la spesa o per acquistare qualcosa che al momento non è possibile reperire in negozio. Da qualche giorno però, anche la vendita online sembra essere cambiata a causa del Coronavirus e Amazon, la più grande Internet company al mondo, ha deciso interrompere momentaneamente la vendita dei beni non necessari.
Vediamo nel dettaglio cosa significa.

Amazon: consegna prioritaria per i beni di prima necessità

In questo periodo, gli ordini riguardanti i beni di prima necessità sono stati in forte incremento su Amazon. La piattaforma e-commerce infatti dà la possibilità ai suoi clienti di acquistare cibo, prodotti per animali, prodotti per la cura della persona e molte altre cose di cui non possiamo fare a meno nella nostra vita di tutti i giorni.
Per evitare di uscire dalla propria abitazione, molti di noi hanno fatto affidamento alla nota piattaforma per soddisfare le proprie necessità, direttamente con un click dal proprio divano.

A fronte di questo incremento che ha rallentato le spedizioni, Amazon ha deciso di prendere una decisione in merito, in grado di soddisfare il bisogno dei clienti e allo stesso tempo mettere in sicurezza i suoi dipendenti: il colosso ha interrotto momentaneamente (fino al 5 Aprile) l’elaborazione degli ordini considerati superflui per garantire la consegna prioritaria sui beni di prima necessità. Questo significa che molti articoli presenti sulla piattaforma (come libri, vestiti e DVD ad esempio) saranno temporaneamente non disponibili. Questa regola vale per tutti i nuovi ordini mentre quelli effettuati in precedenza e già confermati verranno consegnati regolarmente. I tempi di consegna però potrebbero rivelarsi più lunghi del previsto, anche per chi è in possesso dell’abbonamento ad Amazon Prime. Il servizio resi è attualmente attivo, e il periodo per poter rendere gli articoli è stato esteso.
Tutto questo permetterà ai dipendenti del centro logistico di Amazon di concentrarsi sui beni di prima necessità, in modo da garantire una spedizione più rapida possibile, e di lavorare in sicurezza, rispettando la distanza necessaria a evitare il contagio. Queste restrizioni, al momento valgono soltanto per Amazon.it e Amazon.fr.

I clienti possono comunque continuare a ordinare i prodotti considerati “non di prima necessità” attraverso venditori terzi che effettuano direttamente le spedizioni, senza passare dal centro Logistica di Amazon. Un cambiamento temporaneo ma radicale per una piattaforma come Amazon, che ha deciso di mettere al primo posto le necessità dei suoi clienti, in un momento tanto delicato, dando priorità alla consegna dei beni di prima necessità.

Ti ricordiamo che puoi iscriverti ad Amazon Prime qui, per usufruire di tutti i vantaggi offerti dalla piattaforma e del vasto catalogo di film e serie tv compreso nel prezzo. Se non hai mai usufruito del servizio Prime puoi abbonarti gratis per un mese e, se sei uno studente, puoi approfittare della promozione Prime Student a te dedicata!
Un’ottima occasione per approfittare di tutti i suoi servizi e sconfiggere la noia di queste giornate in casa.

2020-03-10