NanoPress
Vai a Team World Shop

Chi è Leo Gassman figlio di Alessandro e concorrente a X Factor 12

Tutto su Leo Gassman figlio di Alessandro e concorrente alla dodicesima edizione di X Factor Italia. Scopri tutto sul giovane cantante.

Leo Gassman ha 19 anni e viene da Roma. Un cognome importante, il suo, che ha subito generato nei giudici, durante la fase dei provini di X Factor 2018, un dubbio sulla possibile parentela con il grande Vittorio Gassman.

Ebbene sì, Leo è figlio di Alessandro Gassman, che ha però scelto di intraprendere un percorso diverso, dedicandosi alla musica anziché alla recitazione.

Nonostante l’inevitabile rilevanza del suo cognome, Leo Gassman ha affrontato il pericolo delle critiche ed è salito in punta di piedi sul palco di XF12 con la sua chitarra ed un suo pezzo inedito intitolato “Freedom”, dedicato a chi cerca la libertà e lotta per averla.

Un brano in cui c’è un po’ della sua passione per la filosofia e anche un po’ della sua storia:

“Voglio dimostrare a me stesso di poter capire la mia strada, e crearmi un qualcosa di mio. Sono cresciuto in una famiglia di persone felici che mi hanno mostrato i lati belli della vita. Quindi io mi reputo un ragazzo fortunato, ma la mia è una condizione anche impegnativa. È come se avessi un eco dentro che deve uscire per sfogarmi, per alleggerirmi”.

«Esporti è cosa che ti fa onore a prescindere» ha detto Fedez, comprendendo le difficoltà che Leo incontra nel voler essere un talento emergente facilmente etichettabile come un “raccomandato”. «Conosco quel genere di peso», ha commentato Asia Argento, figlia del celebre regista Dario Argento.

Nella fase dei Bootcamp, invece, Leo Gassman ha intelligentemente scelto di misurarsi con una cover, per dimostrare di essere all’altezza di partecipare ad un programma per interpreti più che per cantautori. La scelta è ricaduta su “Kurt Cobain”, brano struggente del cantautore calabrese Brunori Sas. Un pezzo che descrive quanto il successo possa cambiare la vita delle persone, un’esperienza che certamente Leo e la sua famiglia hanno vissuto spesso.

Leo, affidato assieme agli altri Under Uomini alla più che esperta talent scout Mara Maionchi, è riuscito ancora una volta a commuovere i giudici e conquistare il cuore del pubblico. Mara, esprimendo un disinteresse completo per il suo cognome, decide di ammetterlo alla fase successiva del programma solo sulla base del suo talento: «Non so come ti chiami di cognome, ma per me sei dentro».

Il suo viso pulito, il fisico da giocatore di rugby e la grande somiglianza con i suoi familiari sono sicuramente dei grandi bonus, ma Leo ha già dimostrato di essere un talento al di là di chi gli punta il dito contro per via del suo cognome.

Un cognome che Leo cerca di non nominare troppo anche sui social.

Su Instagram, nonostante sia parecchio attivo ed abbia anche una buona dose di abilità nel gestire il suo profilo, raramente pubblica riferimenti alla sua famiglia e, quando lo fa, si tratta quasi sempre della mamma, l’attrice Sabrina Knaflitz. Del resto, è stata proprio lei a spingerlo a partecipare alle selezioni per il Conservatorio di Santa Cecilia, a Roma, quando aveva solo 9 anni ma già un evidente potenziale.

Leo Gassman è entrato anche nella fase dei Live Show e il 22 novembre ha presentato il suo inedito “Piume”, leggi qui il testo e il significato della canzone.