Dall’1 al 15 ottobre 2012, i The Sun, la prima christian rock band italiana, saranno in Terra Santa per un eccezionale tour musicale e dell’anima che li porterà a suonare dal vivo a Nablus, a Taybeh, a Gerusalemme, a Betlemme e a Beit Sahour.

Cinque tappe musicali e tanto rock dunque, ma non solo. L’esperienza che i quattro vicentini si apprestano a fare, non è solo fatta di tanta musica e concerti. Francesco Lorenzi (voce e chitarra), Matteo Reghelin (basso) Gianluca Menegozzo (chitarra) e Riccardo Rossi (batteria) viaggeranno per i territori vivendo assieme alle comunità locali, in alcuni casi addirittura ospitati da esse, suoneranno in occasioni festive come l’October Festival, ma anche nei campi nomadi, negli ospedali, nei campi degli sfollati e vivranno occasioni di condivisione spirituale con le comunità arabe, cristiane, musulmane ed ebree apprezzandone la straordinaria ricchezza culturale e religiosa.

I quattro vicentini si apprestano dunque a fare un viaggio del tutto eccezionale che si snoderà tra i territori e la gente locale in un continuum ideale di musica e spiritualità: l’arrivo è previsto per il 1° ottobre a Nazaret, dove incontreranno il giorno dopo sul Monte Tabor i ragazzi di Mondo X, il 3 ottobre andranno a visitare il lago di Galilea, il Monte delle Beatitudini e Cafarnao. Il terzo giorno saranno in visita a Nablus dove si esibiranno in concerto in serata. Il 5 ottobre sarà la volta di Taybeh, città della Cisgiordania non lontana da Gerusalemme, per le prove dell’evento più atteso, una tre date di concerti nell’ambito dell’October Festival locale, che ogni anno unisce in musica migliaia di giovani provenienti dai territori vicini e di tutte e tre le religioni monoteiste in un eccezionale evento musicale e di festa.

Il 9 ottobre sarà la volta di Betlemme dove si esibiranno in concerto presso i la Casa Ospedale “Hogar Ninos de Dios” dove per l’occasione sarà presente anche il Console Italiano Giampaolo Cantini che depositerà la prima pietra del terzo piano della struttura. Il viaggio proseguirà poi per Gerusalemme e per Beit Sahour dove l’11 ottobre suoneranno presso il Cheers Pub. Nei giorni che seguono, la band sarà in preghiera presso il Muro del Pianto a Gerusalemme e poi in visita ai territori più adiacenti al Mar Morto prima di tornare in Italia il 15 ottobre.

Francesco Lorenzi e compagni in realtà non sono del tutto nuovi un’ esperienza simile. I quattro, infatti, sono già stati in concerto a Betlemme nel 2011 a favore della pace e per l’abbattimento del muro che divide lo stato d’Israele dalla Palestina. Esperienza questa, che li ha molto cambiati sia dal punto di vista umano che musicale.

Il loro è quindi un ritorno desiderato, che Lorenzi, leader della band, racconta così:

“Tornare in Palestina è per noi un motivo di entusiasmo e che ci riempie di gioia. Sono passati meno di due anni dalla nostra “prima volta”. Dopo quel viaggio la nostra vita si è evoluta in modo imprevedibile e così anche la nostra professione di musicisti ha assunto sfaccettature inusuali, innovative, a volte addirittura sorprendenti”. Li accompagna l’entusiasmo quindi, ma anche un forte senso di responsabilità nel sentire e credere che spesso “dove la politica, la religione e l’educazione faticano a creare senso di unione, arriva la musica”.

Di seguito video e foto del recente concerto dei The Sun a Thiene (il racconto completo dell’evento del 22 Settembre QUI):

2020-03-10