Mercoledì 14 novembre Tiziano Ferro ha presentato in anteprima esclusiva a RDS il suo nuovo lavoro “L’amore è una cosa semplice – Special Edition”, nei negozi e in digitale dal 20 novembre.

La special edition dell’album multiplatino “L’amore è una cosa semplice” – che arriva ad un anno esatto dalla pubblicazione della versione originale – contiene il CD “L’amore è una cosa swing” con 7 successi della carriera dell’artista riadattati in versione swing, il documentario “Trama sintetica di una giornata storia” che racconta il backstage del concerto-evento allo stadio Olimpico di Roma il 14 luglio 2012 e l’album “L’amore è una cosa semplice”.

Tiziano Ferro a Roma: scaletta concerto per Rds

In anteprima esclusiva per RDS Tiziano Ferro ha cantato dal vivo tutti i brani dell’album “L’amore è una cosa swing”…. ma non solo!

La ricca scaletta dello showcase di Tiziano si è aperta con i brani swing, nell’ordine:
– La differenza tra me e te (da L’amore è una cosa semplice)
– L’olimpiade (da Rosso Relativo)
– Il bimbo dentro (da Rosso Relativo)
– TVM/Quiero vivir con vos (da L’amore è una cosa semplice)
– Xverso (da Centoundici)
– Eri come l’oro ora sei come loro (da Centoundici)

Per poi proseguire con:
– Xdono (da Rosso Relativo)
– Troppo buono (da L’amore è una cosa semplice)
– Hai delle isole negli occhi (da L’amore è una cosa semplice)
– Indietro (da Alla mia età)
– Rosso relativo (da Rosso Relativo)

Ed uno specialissimo regalo improvvisato:
– Per dirti ciao (da L’amore è una cosa semplice)

Racconto dei fan del Concerto di Tiziano Ferro a Roma

Di seguito il racconto di una fan del fanclub ufficiale.

«Se dovessi scegliere un titolo per raccontare quello che ho vissuto, sarebbe sicuramente: TIZIANO FERRO COME NON LO AVETE MAI VISTO.
Tiziano al 100%
Tiziano in splendida forma
Tiziano spiritoso e simpatico
Tiziano emozionato, come non mai
Tiziano che parla con i fan
Tiziano che si sporge per far toccare le sue mani
Tiziano che chiacchiera come se fosse ad una serata tranquilla tra amici
Tiziano che dimentica le parole delle canzoni, ma ci ride su
Tiziano che racconta aneddoti della sua vita privata
Tiziano che scherza sulla sua omosessualità
Tiziano che interagisce continuamente con il pubblico
Tiziano attento alle reazioni dei presenti
Tiziano che nel bel mezzo di una canzone, al posto di cantare chiacchiera commentando la reazione di sue fan che con complicità si sorridono
Tiziano che si trattiene oltre lo show programmato e che ci regala ancora un altro brano
Tiziano, come non lo avete mai visto prima.

Ha da poco festeggiato i suoi primi 11 anni di carriera, ma un Tiziano così non lo avevamo mai visto. Da sempre accusato di essere troppo schivo, Tiziano è il classico artista che tutto se stesso te lo dà attraverso le sue canzoni e che sul palco, troppo concentrato e impegnato a dare il meglio di sè spesso per non sciogliersi in lacrime guarda in alto, guarda oltre, chiude gli occhi.
DIMENTICATELO. Se in questi 11 anni avete avuto la possibilità di assistere ad un concerto di Tiziano Ferro e vi siete imbattuti in una perfetta performance ma avete cercato inutilmente di attirare la sua attenzione dalla prima fila del parterre, dimenticate ciò che avete visto perchè Tiziano Ferro è rinato il 14 novembre 2012.

Costantemente supportato dalle speaker di RDS Tiziano ha spiegato che questa è stata la prima radio ad aver creduto in lui, la prima a passare il suo singolo “Xdono”, rischiando quasi di farlo sbandare mentre era in auto. Da Xdono e Rosso relativo, che Tiziano ricorda di aver cantato a Valle Giulia di Roma anni e anni fa, racconta poi di aver partecipato in tenera età ad un concorso canoro e di essersi classificato terzo. Ma questo lo sapevamo già.

Ciò che lascia tutti increduli è il suo “confidarsi” con i pochi fan presenti, lasciando intuire di non vivere un momento particolarmente sereno in campo sentimentale, che sfocia in una toccante interpretazione di “Eri come l’oro ora sei come loro”, uno dei brani rimasti “nascosti” nella tracklist di un vecchio album, che ora gode di un nuovo splendore.

2020-03-10

Tiziano canta:
E ogni bacio che hai negato e un po’ che hai perso di me
E ogni “ti amo” che ho taciuto e un po’ che ho perso di te
Ed ogni tuo sorriso muto era una foto di noi
E ogni sguardo ormai stanco era già la fine
È molto meglio dare un taglio anche secondo me
E meno male perché stavi troppo bene sai e
E mi ringrazi perché sei un po’ meno fragile e
E ci sentiamo presto,” chiamami”… così si dice

e spiega che questa canzone, scritta diversi anni fa, è più che mai attuale. Tiziano sta parlando, con gli occhi lucidi apre il cuore ai suoi fan, per la prima volta in più di 11 anni.

E’ una conferma che arriva come un fulmine a ciel sereno, la palese realizzazione – dinanzi agli occhi di spettatori increduli – che quell’uomo sente sulla pelle ogni singola parola di ogni suo testo. Anche questo sapevamo già, ma leggerlo su un libro o sentirlo in un’intervista è diverso dall’ascoltare il suo tono di voce e sentirlo mutare in base all’amore e al dolore nascosto in ogni singola frase.

Due ragazze si guardano, sorridono notando qualche errore nel testo. Tiziano le vede, le guarda, sorride, annuisce: “Sì, ho sbagliato” e lo fa ancora, e ancora e ancora. “Sto godendo” – dice emozionato. E noi con te, Tiziano. CON te al 100%, non solo tuoi spettatori ma per la prima volta parte attiva, super attiva di un tuo show.

Ride, scherza, fa il gesto dell’ombrello, parla della sua amicizia storica con la Pausini e lo fa aspettando una reazione da parte del pubblico per poter replicare. Scherza sui suoi vuoti di memoria. La Pausini gliel’aveva detto che prima o poi sarebbe successo anche a lui.

Racconta quell’episodio: lui la prendeva in giro per aver bisogno dei testi scritti durante i live e lei rispondeva che prima o poi ne avrebbe avuto bisogno anche lui, poi la imita strappando una fragorosa risata a tutto l’auditorium. Qualcuno dei presenti quell’episodio l’ha vissuto, così come ha vissuto il boom di Xdono e Rosso Relativo a Valle Giulia.

E’ bellissimo ascoltarlo e pensare: “Io c’ero”.

Un immenso grazie a lui per questo enorme regalo che segna un momento “storico”.
E un immenso grazie al fanclub ufficiale per aver permesso ad un gruppo di 20enni di riscoprire la gioia di piangere fino al singhiozzo.

Se me l’avessero raccontato non ci avrei creduto.»

[K.]

 

«14 novembre 2012: trama sintetica di una SERATA storica. Tiziano è l’ansia prima di entrare, è l’attesa che non finisce mai, è l’incertezza di quello che ci potrà o non potrà essere; è un’emozione pura, vera, sincera, forte, grandissima, da vivere tutta d’un fiato, senza fermarti a pensare. Tiziano è lo stop ai problemi della quotidianità, è l’irrazionalità che prende il sopravvento sulla razionalità, è la trasformazione del concetto di felicità, è gioia pura, amore grande per un artista che non smette mai di stupire, mai. E’ tutto quello che vorrei esprimere a parole, ma basta guardarlo e ascoltarlo per capire quanto è grande, immenso e unico questo ragazzo. Tiziano è il tuo sorriso sulla faccia se lui sorride, è la tua commozione se lo vedi commuovere, è la tua risata se fa delle battute. E’ tutto quello che si può chiedere da un artista che sale sul palco per cantare. E lo è dal 2002, ma forse ieri è stato tremendamente immenso.»

[A.]

Tiziano Ferro a Roma: Foto concerto RDS

[nggallery id=567]

 

VIDEO TIZIANO FERRO

Tiziano Ferro – Xdono

Tiziano Ferro – La differenza tra me e te swing