NanoPress
Vai a Team World Shop

Yoga e salute: la chiave del benessere

Praticare yoga ti farà ritrovare l'equilibro con la tua mente e con il tuo corpo. Ecco come e perché lo yoga fa bene alla tua salute.

ragazza in posizione yoga

Stai cercando una soluzione per rilassarti dalla vita di tutti i giorni? Lo yoga può aiutarti a raggiungere il benessere psicofisico e psicologico che stavi cercando!

Le origini dello yoga, nato in India come pratica di natura spirituale, sono antichissime. Approdata in Europa nell’Ottocento, la pratica degli asana (posizioni dello yoga) è efficacissima per gestire al meglio ogni aspetto della nostra esistenza.

Se pensi che lo yoga sia solo trovare l’equilibrio con il corpo significa che ti stai perdendo gran parte dei suoi benefici! Lo yoga, invece, porta innumerevoli benefici alla salute, non solo fisici ma anche mentali e può essere praticato a tutte le età.

I benefici dello yoga, se praticato in modo corretto e continuativo, possono migliorare la salute del sistema cardiovascolare, alleviare lo stress fisico e mentale e tanto altro ancora!

I benefici dello yoga sul corpo

Praticare regolarmente yoga migliora gran parte delle funzioni del nostro organismo. Le pratiche di rilassamento agiscono positivamente soprattutto sui muscoli, sul cuore e sulla pelle.

Benefici muscolari dello yoga

Il primo beneficio apportato dalla pratica dello yoga è sicuramente il rafforzamento di tutti i muscoli del corpo. Parallelamente alla tonificazione dei muscoli, gli Asana aiutano anche a mantenerci flessibili, allungando la muscolatura, le articolazioni e i tendini.

A beneficiare dello yoga sono soprattutto la schiena ed il collo. Grazie ad esercizi di yoga specifici per la colonna vertebrale tutti i muscoli della schiena vengono sciolti, migliorandone di conseguenza, la postura, facendo così pian piano sparire eventuali dolori.

Benefici dello yoga per il cuore

Lo yoga è un vero toccasana di giovinezza! La sua pratica fa bene al sistema cardio-circolatorio, abbassando il battito cardiaco e migliorando la pressione sanguigna.

Grazie ad una corretta respirazione viene migliorata la circolazione e ossigenazione dei tessuti, in questo modo il cuore pompa il sangue in maniera più efficiente.

Oltre a migliorare il sistema cardiovascolare, lavorare sul respiro aiuta anche a ridurre il processo d’invecchiamento.

Benefici yoga in gravidanza

Fare yoga in gravidanza migliora l’equilibrio ormonale ed è quindi di grande aiuto alle mamme sia prima che dopo il parto.

Lavorando in modo corretto sulla respirazione si avrà modo di preparare il corpo al parto e ad alleviare i dolori fisici della gravidanza come crampi, gonfiore, nausea.

Si tratta quindi di un sostegno fondamentale per conoscere il proprio corpo e gestire al meglio il contatto tra madre e figlio. Infatti, fare yoga in gravidanza fa bene non solo al corpo ma anche alla mente, in tal modo si riduce lo stress, le tensioni e l’ansia per la futura nascita del piccolo.

I benefici dello yoga sulla mente

Lo yoga insegna non solo a controllare il corpo ma anche a rilassare la mente. Una pratica regolare aiuta a ritrovare l’equilibrio interiore, migliorando il controllo degli stati emotivi e la concentrazione. Questo comporta la diminuzione di stress, ansia e depressione.

Grazie allo yoga si può sviluppare una capacità di concentrazione incredibile che ti permetterà di essere più flessibile verso te stesso e verso gli altri diventando, quindi, più predisposto ad affrontare i problemi.

Inoltre, meditare ed alleviare la condizione di stress ci permette di utilizzare la mente in modo corretto e di gestire sfide della vita quotidiana che prima erano difficili da mettere in pratica come vincere l’insonnia, smettere di fumare e controllare il peso!

3 posizioni per ottenere i benefici dello yoga

Bene! Ti è venuta voglia di fare gli asana e vorresti praticare una delle posizioni più famose dello yoga! Prima di fare ciò ricordati che per eseguire gli esercizi di yoga devi essere tranquillo e calmo e trovare la giusta posizione da mantenere fermamente in modo da rilassare il corpo.

Balasana: posizione del bambino

posizione del bambino

Conosciuta anche come “posizione del bambino”, la Balasana rilassa l’addorme. Provala prima di andare a dormire!

Per eseguirla:

  • Inginocchiatevi sul tappetino tenendo le ginocchia aperte alla stessa ampiezza del bacino
  • Inclinatevi in avanti, portando indietro le braccia.
  • Appoggiate la fronte sul tappetino.

Salamba Sarvangasana: posizione della candela

posizione della candela

Questa posizione allunga le spalle e il collo, stimola la circolazione sanguigna, attenua i sintomi dell’insonnia e molto altro ancora.

Per eseguire la posizione della candela:

  • Sdraiati supini sul tappetino con le ginocchia piegate e piedi a terra;
  • Appoggia le mani sui fianchi e tieni i gomiti a terra;
  • Aiutandoti con le braccia porta le gambe verso l’alto;
  • Rilassa le ginocchia, porta i piedi verso il soffitto allungando le gambe;
  • Ritorna lentamente alla posizione di partenza.

Prasarita padottanasana: posizione del piegamento

posizione del piegamento

Conosciuta anche come “posizione del piegamento”, la Prasarita padottanasana è indicata per migliorare l’allungamento della colonna vertebrale, il rilassamento dei muscoli del collo e alleviare dolori mestruali.

Per eseguirla:

  • In posizione eretta tieni i piedi paralleli tra loro divaricando progressivamente le gambe;
  • Poggia le mani sui fianchi ed inspirando allunga la schiena portando indietro le spalle e avvicinando le scapole tra loro;
  • Piegati in avanti mantenendo la colonna vertebrale diritta per non sforzare la schiena;
  • Mantieni le gambe parallele e dritte, poggiando la pianta dei piedi ben a terra.

Effetti collaterali dello yoga

Lo yoga fa bene proprio a tutti? È vero che, come visto, lo yoga apporta numerosi benefici, ma questa pratica può presentare alcune controindicazioni se non eseguita in maniera corretta.  Infatti, per alcune posizioni ci sono degli effetti collaterali soprattutto per chi ha problemi alle ossa o ai muscoli.

 Di recente uno studio effettuato dai ricercatori della NYEE – New York Eye and Ear Infirmary – pubblicato sulla rivista scientifica statunitense PLOS One ha evidenziato che le attività praticate a testa in giù, ad esempio le posizioni dello yoga verso il basso, aumentano la pressione oculare costituendo, quindi, un fattore di rischio per chi è affetto da glaucoma.

Infine, devi sapere che ci sono delle posizioni di yoga non adatte per il ciclo mestruale, ad esempio quelle che portano a flettere il busto. Ci sono anche tipi di respirazione che non vanno bene per chi attraversa i primi 3 mesi di gravidanza e posizioni che non sono adeguate alla menopausa.

Purtroppo, se non siamo particolarmente sciolti praticare esercizi di yoga può portare a dolori muscolari, mal di schiena e contratture. Quindi bisogna prestare davvero molta attenzione!