Lo sapevi che ogni 40 secondi una persona affetta da un disturbo mentale si suicida? A condividere questo terrificante dato è l’OMS, l’Organizzazione Mondiale della Sanità. Ma c’è di peggio: i numeri sono saliti con il Covid-19, pandemia che ha isolato milioni di persone.

Il dato più triste è sapere che nei Paesi a basso e medio reddito, oltre il 75% delle persone con disturbi mentali, neurologici e con problemi di abuso di sostanze, non vengono curate. In questi stessi Paesi (e purtroppo anche nel resto del Mondo), dilagano invece discriminazioni e violazioni dei diritti umani.

Il 10 ottobre è il World Mental Health Day

E’ proprio partendo da questi dati che l’OMS ha indetto per il 10 ottobre il World Mental Health Day, la Giornata mondiale della salute mentale.

Lo stesso giorno, dalle 16 alle 19, su WHO’s Facebook, Twitter, LinkedIn, YouTube e TikTok si terrà un evento di sensibilizzazione chiamato Big Event for Mental Health. Durante le tre ore di streaming personaggi famosi, leader nazionali e internazionali si alterneranno per parlare del loro impegno sul tema.

Perché esiste la Giornata mondiale della salute mentale

Ci sono tante “giornate mondiali” nel corso dell’anno ed hanno tutte lo scopo di sensibilizzare la popolazione, i governi e i poteri maggiori, verso un tema specifico. Nel caso della Giornata mondiale della salute mentale, l’obiettivo è sensibilizzare governi e popolazione sull’importanza di investire nel settore delle malattie mentali: dal singolo ai molti. Ognuno di noi può sostenere anche solo una persona attraverso aiuti concreti, e il Governo può stanziare risorse per l’avvio di programmi che possano garantire supporto alla salute mentale della popolazione.

World Mental Health Day 2020

L’edizione 2020 del World Mental Health Day ha come tema “Salute mentale per Tutti, maggiori investimenti – migliore accesso. Per Tutti, ovunque“.

L’obiettivo è quello di sottolineare l’importanza di politiche sanitarie e azioni finalizzate a promuovere una migliore salute mentale in tutto il Mondo.

#MoveForMentalHealth su TikTok

Se utilizzi TikTok avrai sicuramente notato che migliaia di utenti hanno già preso parte a #MoveForMentalHealth a supporto della Giornata Mondiale in programma il 10 ottobre 2020. Segui l’hashtag per guardare i video realizzati dai TikToker.

Il tema delle malattie mentali arriva al cinema

Pensare di affrontare l’argomento malattie mentali limitandosi ad un’analisi medica, non rende giustizia al tema e (soprattutto) a chi ne è affetto. Non è necessario avere una malattia mentale seria, per riscontrare problemi nella vita di tutti i giorni.

A riguardo ti consigliamo un film “Quello che tu non vedi” in uscita nei cinema italiani il 26 novembre 2020. il film – il cui titolo originale è Words On Bathroom Walls – parla di Adam, un adolescente brillante ma introverso, con il sogno nel cassetto di diventare chef. Ma Adam ha una particolarità: soffre di allucinazioni visive e vive circondato da amici immaginari che si presentano nei momenti meno opportuni. Vuoi dare un nome al suo disagio? Schizofrenia.

Il problema di Adam non è la sua malattia mentale, ma il suo modo di reagire alla consapevolezza di averne una. Quante volte anche tu che ci stai leggendo, ti sei convinto che un tuo “limite mentale” (non stiamo quindi parlando di un disagio diagnosticato) potesse limitare la tua vita? E quante volte questa tua convinzione si è rivelata essere una profezia auto-avverante?

“Quello che tu non vedi” ti aprirà gli occhi su questa tematica. Te lo consigliamo!