Jared Leto discorso integrale Oscar 2014

E’ stato tra i discorsi più apprezzati quello di Jared Leto al Dolby Theatre di Los Angeles premiato come Miglior Attore non protagonista nel suo ruolo in Dallas Buyers Club.

Vi proponiamo di seguito il video e la versione integrale – con traduzione – del discorso preparato da Jared Leto per l’86esima edizione degli Academy Awards.

Leggi anche: OSCAR 2014 TUTTI I VINCITORI
Leggi anche: LEONARDO DI CAPRIO MEMES OSCAR 2014
Leggi anche: JENNIFER LAWRENCE E LA MALEDIZIONE DEGLI OSCAR

JARED LETO | DISCORSO INTEGRALE OSCAR

To my fellow nominees. I’m so proud to stand alongside you and to the Academy. Thank you.

In 1971. Bossier City, Louisiana. A teenage girl finds out she’s pregnant with her second child. She’s a high school drop out. A single mom. But against all odds, she manages to make a better life for herself and her children. She teaches them to be creative. To work hard. And reach for the impossible. That girl is my mother and she’s here tonight. Mom, I love you thank you for teaching me to dream.

To my brother, Shannon. Thank you for sharing the incredible adventure with me that is Thirty Seconds To Mars. You are a true artist and the best big brother in the world.

To all the dreamers around the world watching this right now, from the Ukraine to Venezuela – We think of you as you struggle to bring to life the dreams that fill your heart. The impossible is possible, and we believe.

To the amazing Focus Features, Jean Marc. Matthew. Jennifer. The entire Dallas Buyers team. Mick Sullivan. Jim Toth. Robin Baum. Jason Weinberg. Emma Ludbrook and Cali Adams. Thank you for the faith.

This is for the 36 million brave souls who lost their lives to AIDS.

And to anyone who ever felt injustice because of who they are or who they love. Tonight, I stand before the world, with you and for you.

JARED LETO | DISCORSO INTEGRALE TRADOTTO OSCAR

Ai miei compagni candidati: sono così orgoglioso di essere qui assieme a voi. E all’Academy: GRAZIE.

2020-03-10

Nel 1971, a Bossier City, in Louisiana, una ragazza adolescente scopre di essere incinta del suo secondo bambino. Si è ritirata dal liceo, è una madre single. Ma contro ogni previsione lei riesce a dare una vita migliore a se stessa e ai suoi bambini. Insegna loro ad essere creativi, a lavorare sodo e a raggiungere l’impossibile.
Quella ragazza è mia madre ed è qui stasera.

Mamma, ti voglio bene.
Grazie per avermi insegnato a sognare!

A mio fratello Shannon: grazie perché stai condividendo con me l’incredibile avventura che sono i Thirty Seconds To Mars. Sei un vero artista e il miglior fratello maggiore del mondo!

Ai sognatori di tutto il mondo che stanno guardando in questo momento, dall’Ucraina al Venezuela. Noi pensiamo a voi che lottate per dare vita ai sogni che riempiono il vostro cuore. L’impossibile è possibile, e noi crediamo.

Alla fantastica Focus Features, a Jean Marc, Matthew, Jennifer, all’intero team di Dallas Buyers, a Mick Sullivan, Jim Toth, Robin Baum, Jason Weinberg, Emma Ludbrook e Cali Adams.
Grazie per la fiducia.

Questo Oscar è per le 36 milioni di anime coraggiose che hanno perso la propria vita per colpa dell’AIDS, e per tutti quelli che hanno vissuto ingiustizie per colpa di quello che sono o per chi amano.

Stasera, sono qui davanti al mondo, CON VOI e PER VOI.