Scopri tutto sui costumi realizzati per i personaggi di Don’t Worry Darling, film di Olivia Wilde con protagonisti Florence Pugh e Harry Styles nei panni di Alice e Jack. Il film è attualmente in programmazione nelle sale italiane dove ha fatto un ottimo debutto al Box Office.

Thriller psicologico audace e visivamente sbalorditivo, Don’t Worry Darling racconta la vita della coppia Alice e Jack all’interno della comunità idealizzata di Victory, città realizzata da un’azienda sperimentale che ospita, assieme alle loro famiglie, gli uomini che lavorano per il progetto top-secret Victory.  Mentre i mariti trascorrono ogni giorno all’interno del quartier generale del Victory Project, le loro mogli passano il tempo a godersi la bellezza, il lusso e la dissolutezza della loro comunità. La vita è perfetta, ed ogni esigenza dei residenti viene soddisfatta dall’azienda. Tutto ciò che viene chiesto in cambio è discrezione e impegno incondizionato per la causa del progetto Victory. Ma tutto cambia quando si instilla il dubbio che questa vita idilliaca in realtà sia molto diversa…

Ti ricordiamo che per tutto il weekend sono previste visioni di gruppo al cinema per vedere insieme il film: scopri i ritrovi organizzati in Italia.

Continua a leggere per scoprire come sono stati ricreati gli abiti di scena dei protagonisti.

Tutto sui costumi di Don’t Worry Darling

Per vestire il cast seguendo le migliori tendenze di moda dell’epoca, la costumista Arianne Phillips ha beneficiato dell’ampia ricerca e dell’elenco di riferimenti offerti dalla regista Olivia Wilde, che includeva film e celebrità che esemplificavano l’incredibile look di Victory.

Per il Jack di Harry Styles, si è ispirata ad un giovane Warren Beatty in “Splendore nell’erba“; per il look californiano della Florence Pugh/Alice, la Phillips si è rifatta alle immagini classiche di due protagoniste dell’epoca.

Ecco il commento della costumista:

«Heba e Jaime Leigh si sono ispirate a Brigitte Bardot, soprattutto per le acconciature e il trucco, mentre io ho preso in considerazione Ann-Margret, artista che adoro. Penso che questa sia la cosa bella non solo di Alice, il personaggio, ma anche dell’interpretazione di Florence: questa gioia palpabile e l’energia che apporta al ruolo. Volevo contribuire a promuovere quel senso di libertà e gioia di vivere attraverso il suo aspetto»

Eppure Alice sta vivendo altro oltre alla gioia. Florence Pugh ha aggiunto:

«Volevamo che il guardaroba di Alice fosse un po’ fuori dagli schemi, diverso dal resto delle altre donne. Nel film si notano molte casalinghe indossare colori pastello vestite di tutto punto, mentre a rappresentare le ombre in Alice, appaiono colori magenta intenso e nero. Dalle sue forme a clessidra con una bella linea, diventa più trasandata. È stato divertente far parte del processo creativo con Arianne»

Il personaggio di Frank è un gradino sopra tutti gli altri uomini in Victory, e questo vale non solo per il suo grado, ma anche per il suo abbigliamento.

L’attore che ne veste i panni, Chris Pine ha dichiarato:

«Frank non si discosta dall’aspetto degli altri uomini, ma deve avere una sua particolarità. Quindi, se si presenta ad una cena, non indossa la cravatta. E se tutti gli altri indossano il rayon, lui indossa la seta. A casa sua, non mette le scarpe. Frank è sciolto, libero, cool. Queste caratteristiche mi hanno molto aiutato ad entrare nella mentalità del personaggio. Per quanto riguarda le donne, c’è un trionfo di tutti gli accessori alla moda di metà secolo. È uno spettacolo da vedere»

La Phillips ha anche reperito diversi gioielli unici dell’epoca per aggiungere sfarzo e opulenza:

«Alice, Bunny e Shelley indossano gioielli vintage, che danno gravitas al loro aspetto, e anche i gemelli di Harry e Chris sono d’epoca. È stato davvero divertente poter aggiungere credibilità con pezzi che appartenevano a quegli anni»