NanoPress
Vai a Team World Shop

Dialogo tra due pazzi, Marco Mengoni testo canzone da Atlantico

Testo Dialogo tra due pazzi, brano contenuto nel nuovo album di Marco Mengoni, Atlantico. Disponibile audio e significato della canzone.

Testo “Dialogo tra due pazzi” di Marco Mengoni, brano che dà il titolo al nuovo album dell’artista.

“Atlantico” è stato anticipato dai singoli “Voglio“,”Buona Vitae dal brano “Hola (I say) ft. Tom Walker. 

SIGNIFICATO CANZONE

L’intro vocale si ispira ad un canto calabrese che si tuffa in un brano ritmicamente tutto “storto”. Il clap in quattro quarti convive con un ritmo “terzinato”. Dopo il primo inciso un solo di chitarra elettrica fulminante sottolinea il clima di follia di cui è pervaso l’intero brano.
La melodia strizza l’occhio alle sonorità di brani come “Four woman” di Nina Simone.

Quanta follia c’è nella mente di un uomo apparentemente sano?

In “Dialogo tra due pazzi” sono le due personalità di un uomo a confrontarsi, confondendosi l’una nell’altra nel tentativo di definire uno spartiacque tra lucidità e follia, un limite ben definito che definisca un ruolo, poiché il ruolo tranquillizza e codifica l’uomo in un abito sociale. Le due voci, inizialmente separate e autonome, d’un tratto si sovrappongono, s’intrecciano fino a che risulta impossibile capire chi sia l’uno o l’altro, come in un gioco di specchi dove domanda e risposta sono il riflesso della stessa persona.

Marco Mengoni in Tour nel 2019: qui biglietti e date dei concerti della tournée #MengoniLive2019.

DIALOGO TRA DUE PAZZI TESTO MARCO MENGONI

Dimmi cosa vedi dentro di me
C’è un formicaio nella tua testa
Dimmi cosa vedi dentro di me
C’è un formicaio nella tua testa
un formicaio nella tua testa

Dimmi cosa vedi dentro di me
Dimmi tu che vedi dentro di me
C’è un formicaio nella testa que te preocupas

Sono un pazzo col cuore rovesciato
ma la verità d’un tratto muta
e mi chiedo se tu non sia me
se tu non sia me
se tu non sia me
se tu non sia me

Sento voci che non tacciono mai
Tu sei un’ombra ferma in mezzo al via vai
Vedo facce che non cambiano mai
Tu sei un pazzo, sei ago in un pagliaio
Leggerezza che mi consuma

Sono un pazzo col cuore difettato
ma la verità d’un tratto è nuda
e mi chiedo se tu non sia me
se tu non sia me
se tu non sia me
se tu non sia me

Fermo sull’orlo del tuo sguardo prova a immaginare
sono un bambino sudato, un vento d’altalena
e sotto un cielo di cortile sono un cavaliere
Sono il capitano Akab, sono la balena
Sono un pesce, un aeroplano che ha graffiato il cielo

Sono un soldato, un passero di campanile
la filigrana di una febbre che si sente appena
e che non vuol guarire

Che c’è un formicaio nella testa
che me preoccupa

Sono un pazzo col cuore rovesciato
ma la verità d’un tratto è nuda
e mi chiedo se tu non sia me
se tu non sia me
se tu non sia me
se tu non sia me

Dimmi cosa vedi dentro di me
Dimmi tu che vedi dentro di me

DIALOGO TRA DUE PAZZI AUDIO MARCO MENGONI