C’è un metodo praticamente infallibile (al primo posto – ovviamente – resta la mamma capace di ricordarsi dove hai lasciato ogni cosa) per ritrovare quello che hai perso: si tratta di un dispositivo poco più grande di una moneta, chiamato AirTag e prodotto da Apple.

Lanciato nel 2021, AirTag è un dispositivo wireless rotondo progettato per essere attaccato alla valigia, allo zaino, al passeggino, per essere riposto dentro il portafoglio o all’interno di qualsiasi oggetto che – qualora smarrito o rubato – desideri rintracciare facilmente. Ma cosa si fa a capire dove si trova? Ogni dispositivo AirTag può essere associato ad un device (più comunemente al cellulare) e tramite l’app Dov’è di Apple puoi geolocalizzarlo in tempo reale.

Cos’è AirTag

Come detto nell’introduzione, AirTag di Apple è un dispositivo intelligente che consiste in un piccolo tracker di forma circolare che può essere attaccato a qualsiasi oggetto con lo scopo di dirti dov’è esattamente in caso di smarrimento o furto.

Per capire meglio di cosa si tratta, di seguito trovi gli AirTag originali Apple disponibili su Amazon anche nella comoda confezione da 4:

Apple AirTag
  • Tieni d’occhio e ritrova le tue cose nell’app Dov’è, la stessa che già usi per localizzare i tuoi dispositivi e i tuoi amici o familiari
  • AirTag si configura in un attimo: un tap e si collega all’iPhone o all’iPad
  • Per ritrovare un oggetto, puoi far suonare l’altoparlante integrato o chiedere aiuto a Siri
  • Grazie alla tecnologia Ultra Wideband, la funzione “Posizione precisa” ti guida al punto esatto in cui si trova il tuo AirTag (solo con alcuni modelli di iPhone)
  • Localizza il tuo AirTag anche quando è molto lontano grazie a centinaia di milioni di dispositivi Apple già collegati in tutto il mondo alla rete Dov’è
Offerta
Apple AirTag in confezione da 4
  • Tieni d’occhio e ritrova le tue cose nell’app Dov’è, la stessa che già usi per localizzare i tuoi dispositivi e i tuoi amici o familiari
  • AirTag si configura in un attimo: un tap e si collega all’iPhone o all’iPad
  • Per ritrovare un oggetto, puoi far suonare l’altoparlante integrato o chiedere aiuto a Siri
  • Grazie alla tecnologia Ultra Wideband, la funzione “Posizione precisa” ti guida al punto esatto in cui si trova il tuo AirTag (solo con alcuni modelli di iPhone)
  • Localizza il tuo AirTag anche quando è molto lontano grazie a centinaia di milioni di dispositivi Apple già collegati in tutto il mondo alla rete Dov’è

Come noterai navigando su siti come Amazon o similari, ci sono tantissimi portachiavi (anche non originali Apple, ma in questo caso il fatto che siano o meno originali cambia poco, l’importante è che il dispositivo lo sia) pensati proprio per contenere l’AirTag e agganciarlo facilmente ai nostri oggetti.

Come funziona AirTag

Una volta che abbiamo acquistato il nostro AirTag, non ci resta che associarlo al nostro smartphone/iPad e attaccarlo all’oggetto a cui teniamo particolarmente.

AirTag si configura molto semplicemente: ti basta aprire iPhone/iPad, aprire l’app Dov’è e associare il tuo AirTag dandogli poi un nome appropriato (es. valigia). A questo punto aggancialo all’oggetto per non perderlo mai di vista. Se hai un Apple Watch puoi monitorare la sua posizione anche dal tuo orologio.

Come si trovano gli oggetti smarriti con AirTag

Hai perso il portafoglio? Apri l’app Dov’è sul tuo cellulare e fai suonare l’AirTag così, se si trova nelle vicinanze, lo sentirai (mossa utile se sai che si trova a casa ma non riesci proprio a trovarlo o se l’hai perso in un luogo dove non c’è cos’ tanta confusione da riuscire a sentire il suono emesso dall’AirTag – che ha appunto un altoparlante integrato).

Se invece hai perso – per esempio – la tua valigia in aeroporto (la stai aspettando al rullo e non arriva), puoi attivare la ricerca tramite il tuo AirTag aprendo l’app Dov’è. In questo caso si sfrutta la rete generale dell’app formata da centinaia di milioni di iPhone, iPad e Mac in tutto il mondo.

Il tuo AirTag invia un segnale Bluetooth sicuro che può essere rilevato dai dispositivi della rete Dov’è più vicini. Questi dispositivi inviano la posizione dell’AirTag ad iCloud: quando apri l’app Dov’è, lo vedrai sulla mappa. Tutta l’operazione avviene in forma anonima e criptata, per tutelare la tua privacy.