Lightyear – La vera storia di Buzz (titolo originale Lightyear) è il nuovo film d’animazione, diretto e co-scritto da Angus MacLane, che porta sullo schermo le origini di Buzz Lightyear, uno dei personaggi più amati di sempre da grandi e bambini.

Prodotto da Pixar Animation Studios e Walt Disney Pictures, Lightyear – La vera storia di Buzz è il prequel complementare della serie Toy Story, composta da quattro film tutti disponibili in streaming su Disney+.

Dopo aver fatto il suo debutto al cinema lo scorso 15 giugno, Lightyear – La vera storia di Buzz è ora disponibile in streaming su Disney+.

4 curiosità su Lightyear – La vera storia di Buzz

In occasione dell’arrivo in streaming di Lightyear – La vera storia di Buzz, in questo articolo abbiamo stilato per te la lista delle quattro curiosità più interessanti che forse non conoscevi riguardanti questo film d’animazione.

Ludovico Tersigni è la voce italiana di Sox

La prima curiosità che forse non sapevi su Lightyear – La vera storia di Buzz riguarda il suo doppiaggio italiano. Nella versione italiana del film, infatti, a dare la voce a Sox, il gatto robot multiuso regalato a Buzz da Alisha, è Ludovico Tersigni, l’attore, musicista e conduttore televisivo italiano, noto in particolar modo per aver condotto l’edizione del 2021 di X Factor e per aver recitato in Skam Italia e Summertime. Per Ludovico, quella in Lightyear – La vera storia di Buzz è stata la prima esperienza come doppiatore.

Nella versione originale del film la voce di Sox è quella di Peter Sohn.

Ha ben tre scene post-credit

Se sei in procinto di vedere il film, oppure lo hai già visto ma hai interrotto la visione appena cominciati i titoli di coda, devi sapere che Lightyear – La vera storia di Buzz ha ben tre scene post-credit.

Per non rovinarti la sorpresa non ti racconteremo ciò che accade in queste scene, ma ti invitiamo a non alzarti dal divano fino alla fine per non perderti nulla di questo film d’animazione!

C’è un cameo di Charles Leclerc e Carlos Sainz

Un’altra curiosità che vogliamo svelarti su Lightyear – La vera storia di Buzz è che nella versione spagnola e in quella italiana del film sono presenti i camei di due piloti della Scuderia Ferrari: Carlos Sainz (per la versione spagnola) e Charles Leclerc (per la versione italiana).

Sempre con la Ferrari, Disney ha firmato un contratto per sponsorizzare il film in occasione del Gran Premio di Monaco della Formula 1.

I creatori del film hanno fatto ricerche alla Nasa

Infine, l’ultima curiosità interessante che forse non sapevi sul film d’animazione è che i creatori del lungometraggio hanno fatto ricerche alla Nasa per poter riprodurre più fedelmente nella storia astronavi, scenografie e tute spaziali, così da dare a Lightyear – La vera storia di Buzz un aspetto più reale e meno “animato”.

Lightyear – La vera storia di Buzz in streaming

Lightyear – La vera storia di Buzz è ora disponibile in streaming su Disney+.

Per accedere alla piattaforma streaming Disney+ è necessario attivare un abbonamento che può essere mensile o annuale. L'abbonamento mensile a Disney+ costa 8,99€/mese, più conveniente quello annuale pari a 89,90€/anno.

Disney+ è disponibile sui tuoi dispositivi preferiti: TV, Computer, mobile, tablet e console. Se vuoi saperne di più ti consigliamo di leggere la nostra guida: come iscriversi a Disney+, se invece vuoi procedere subito:

Abbonati ora a Disney+

Il tuo abbonamento ti consente di avere accesso a film, serie TV, documentari, cartoni animati, corti, live-action dei cataloghi Disney, Pixar, Marvel, Star Wars, National Geographic e Star. Scopri i vantaggi di Disney+.

L’hashtag ufficiale è #Lightyear.