Se fai parte degli oltre 7 milioni di studenti che a settembre sono tornati sui banchi di scuola per l’anno scolastico 2021/2022, potrebbe interessarti la nostra lista di 5 consigli da (provare a) seguire per vivere al meglio i primi giorni di ritorno in classe… perché si sa: chi ben comincia è a metà dell’opera!

Ammettilo, dopo mesi e mesi in DAD, tornare ad avere una vita scolastica non è poi così malaccio, soprattutto se ad averti tenuta/o lontana/o dalla scuola, non è stata una lunghissima vacanza, ma una pandemia. Oggi tornare a scuola assume quindi un significato ancor più speciale: pian piano ci stiamo riappropriando della nostra “normalità” che – purtroppo – non sarà comunque più come prima. Covid-19 a parte, tornare in classe con compagni e insegnanti, non sempre è motivo di giubilo. Nelle prossime righe ci permettiamo di darti qualche consiglio per (sopravvivere?) vivere al meglio i primi giorni…. forse i più traumatici dopo lunghe settimane di sveglia (quale sveglia?!) alle 10.

Ti ricordiamo che sul sito del Miur sono disponibili news e comunicati su tutto quello che riguarda la scuola.

Come vivere al meglio il ritorno a scuola

Che siano le scuole medie, superiori o università, ogni studente vive in maniera differente il rientro a scuola, spesso rischiando di iniziare l’anno scolastico con il piede sbagliato; per augurarti un percorso ricco di soddisfazioni e positività, ecco alcuni consigli per sopravvivere ai primi giorni!

Goditi il ritorno a scuola

Senza scendere nel dettaglio – essendo l’argomento molto ampio – la DAD, sebbene abbia permesso a milioni di studenti e insegnanti di portare avanti il programma scolastico, ha azzerato la vita scolastica, vissuta per mesi attraverso uno schermo. Andare a scuola, non è solo lezioni e interrogazioni, ma è anche socialità e confronto con i coetanei. È quindi importante vivere il ritorno a scuola come un vero e proprio privilegio che, ricordiamoci, non tutti – nel Mondo – hanno.

Positive Vibes only

Positive Vibes Only non solo sui social – dove l’hashtag regna sovrano – ma anche tra i banchi di scuola. È vero: in vacanza si stava bene e si stava ancora meglio a letto senza lo spettro di una sveglia da rispettare per non arrivare tardi. Ma il ritorno sui banchi è reale ed è qualcosa che prima accetti e meglio stai. Spesso ci lamentiamo di cose che non possiamo comunque cambiare, quindi ogni mattina indossa il tuo sorriso migliore e affronta la giornata così.

Prepara lo zaino il giorno prima

Questo è un consiglio meno “psicologico” ma più “pratico”: è vero che preparare lo zaino non è un’attività che richiede chissà quanto tempo, ma pensa sempre che – la mattina – ogni minuto impegnato nel fare altre cose, sono minuti in meno… per dormire!

Non perdere per strada il programma

Nonostante siano solo i primi giorni e l’idea di andare al mare è ancora così dannatamente invitante, cerca di rimanere in linea con il programma. Nella maggior parte dei casi, è il modo in cui iniziamo che getta le basi del nostro mind set nei confronti di quello che stiamo affrontando. Se parti focalizzata/o, è facile che sarà così per tutto l’anno in quanto avrai modo di toccare con mano cosa significa non dover studiare 2 secoli di storia in una nottata solo perché dopo la prima interrogazione… hai evitato di toccare il libro di storia!

Non perdere di vista il resto

Tornare a scuola non significa lasciar perdere tutto il resto (e viceversa…): se durante l’estate hai conosciuto nuovi amici, non perderli di vista. Così come non devi perdere di vista le buone abitudini che magari hai adottato nei periodi più tranquilli, dove avevi più tempo da dedicare al tuo corpo, alla tua mente e al tuo spirito.

2020-03-10