Vai a Team World Shop

Riforma Scuola: Maturità 2018, abolita la terza prova e novità esame

Riforma Scuola 2018

Riforma nella scuola, nessun cambio in corsa fino a Giungo, dal 2018 novità significative nell’ambito dell’esame di Maturità.

La Buona Scuola e le novità, in sintesi, della riforma:

ESAME DI MATURITA’


Ecco le prove della Maturità 2018:

  • Prima prova scritta di ITALIANO (voto massimo 20 punti)
    • Secondo le prime indiscrezioni la Prima Prova consisterà nella realizzazione di un testo di tipo argomentativo riguardante temi di ambito artistico, letterario, filosofico, scientifico, storico, sociale, economico e tecnologico.
  • Seconda prova scritta di INDIRIZZO (voto massimo 20 punti)
    • Secondo le prime indiscrezioni la Seconda Prova potrebbe essere multidisciplinare, in forma scritta, grafica o scritto-grafica, compositiva musicale e coreutica.
  • Terza prova ABOLITA (non ci sarà più il quizzone)
  • Colloqui orale (voto massimo 20 punti)
    • Secondo le prime indiscrezioni il Colloquio orale riguarderà la tesina e l’alternanza scuola-lavoro.
  • Credito scolastico (punteggio massimo 40 punti)
  • Commissione composta da tre membri interni, tre membri esterni e il presidente.

PROVA INVALSI


Gli studenti del quinto anno dovranno sostenere la Prova Invalsi che comprenderà le seguenti materie: italiano, matematica e inglese.

Il risultato della medesima costituirà un requisito fondamentale per ACCEDERE ALL’ESAME ma non farà media con il voto finale.

ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO


Le attività svolte nell’ambito di alternanza scuola-lavoro saranno oggetto del colloquio orale durante il quale il candidato dovrà dimostrare di aver acquisito competenze durante il tirocinio formativo obbligatorio.