NanoPress
Vai a Team World Shop

5 motivi per non perdere “Auguri per la Tua Morte” al cinema!

E’ al cinema “Auguri per la Tua Morte” il nuovo horror di Christopher Landon ed interpretato da Jessica Rothe, Israel Broussard e Ruby Modine.

La protagonista di “Auguri per la Tua Morte” è Tree Gelbman, una liceale molto popolare. Nella notta della sua festa di compleanno, viene uccisa da qualcuno che indossa una maschera inquietante. Il giorno dopo si risveglia e attraverso alcuni segnali capisce di star rivivendo lo stesso giorno; finché non avrà scoperto chi sia il suo Killer, Tree è destinata a rivivere sempre lo stesso giorno.


AUGURI PER LA TUA MORTE
E’ AL CINEMA
>> ACQUISTA QUI IL TUO BIGLIETTO <<


Ecco 5 motivi per vederlo al cinema!

#1 – IN AMERICA HA SCALZATO BLADE RUNNER

In America “Auguri per la Tua Morte” – titolo originale “Happy Death-Day” – ha scalzato dalla vetta del box office Blade Runner 2049 e per tutto il periodo che ha preceduto la festività di Halloween, è stato il film più visto negli States.

#2 – REGISTA E PRODUZIONE: GARANZIA DI SUCCESSO

Christopher Landon è conosciuto per realizzare horror che non sono semplicemente pellicole usa e getta, ma veri e propri progetti che possano offrire uno sguardo critico sulla società senza mai perdere l’importanza dell’intrattenimento del pubblico.

Landon è autore di progetti imprevedibili come Disturbia e Paranormal Activity 2, regista de Il Segnato – Paranormal Activity: The Marked Ones e Manuale Scout per l’Apocalisse Zombie.

Dopo aver collaborato su Paranormal Activity, Landon ha coinvolto ancora una volta Jason Blum e la sua Blumhouse Productions per Auguri Per La Tua Morte. Conosciuto per il coraggio con cui affianca i registi più visionari, Blum ha seguito due dei maggiori successi del 2017. Fra gli ultimi progetti spicca il successo di botteghino Split, dell’autore, regista e produttore M. Night Shyamalan, con cui ha raggiunto la vetta degli incassi al box office per tre settimane di fila, e il film più sorprendente dell’anno Scappa: Get Out, dell’autore, regista e produttore Jordan Peele, che ha debuttato al primo posto in classifica e ha guadagnato più di 250 milioni di dollari in tutto il mondo.

Dietro alla macchina da presa di questo film, c’è quindi un Team di persone che ha sempre firmato successi, non solo in termini d’incassi, ma anche di critica e pubblico.

#3 – HORROR TRA I BANCHI DI SCUOLA

I film horror ambientati tra i banchi di scuola, hanno sempre il loro fascino. Tante le pellicole diventate ormai veri e propri cult che hanno come protagonisti studenti alle prese con un terrore che viaggia tra le mura dei college. Alcuni esempi? Oltre ad “Auguri per la Tua Morte”, come non citare “Friend Request – La morte ha il tuo profilo”, “Carrie – Lo Sguardo Di Satana, “The Roommate – Il terrore ti dorme accanto” e la serie di Scream”.

Leggi anche | FILM HORROR AMBIENTATI A SCUOLA: LA TOP 7

#4 – LA PROTAGONISTA DEL FILM

Tree, la protagonista del film interpretata dall’attrice Jessica Rothe all’inizio si presenta come una persona incredibilmente sgradevole ed egoista, ed è una gioia vederla trasformarsi in qualcuno per cui ti preoccupi e parteggi. 

Christopher Landon dichiara: Molti dei classici film per adolescenti presentano una serie di vittime che, una volta uccise, sono letteralmente dimenticate. Il mio interesse era di sviluppare un personaggio che deve reagire alla propria morte e cercare di sorprendere l’omicida così da evitare che si tratti dell’ultimo giorno della propria vita”.

Attraverso il percorso dell’anti-eroina, Lobdell ha cercato di trovare un espediente capace di catturare il pubblico: “Come la maggior parte degli amanti del genere, conosco perfettamente lo schema che prevede di far morire la ragazza cattiva all’inizio della storia e lasciare la buona a combattere fino all’ultimo con l’omicida. Questa volta ho voluto lavorare sulla sfida di combinare le due anime nello stesso personaggio”.

#5 – PAURA E IRONIA SAPIENTEMENTE UNITI

Landon confessa che il motivo per cui ha deciso di realizzare questo nuovo progetto è che la storia riesce a garantire in parti uguali paura e ironia: “La paura non manca di certo, il pubblico salterà dalla sedia e urlerà, ma le risate sono davvero tante. Commedia e horror possono sembrare due universi distinti, ma in realtà hanno molto in comune. Il modo in cui arrivi a procurare paura è molto simile a quello di una battuta. Se riesci a trovare il giusto ritmo per alternare spavento a divertimento, riesci a tenere il pubblico continuamente preso dal film.”

L’autore è comunque consapevole di quanto sia stato complesso l’obiettivo di portare avanti due generi cosi distinti in un unico progetto: “Si inizia creando comunque personaggi credibili che vivono una vita reale in cui è possibile immedesimarsi. Solo in quel momento riesci a intervenire su entrambe le dimensioni, perché hai reso il pubblico pienamente protagonista della storia.”.

AUGURI PER LA TUA MORTE | TRAILER