NanoPress
Vai a Team World Shop

Roaming telefonico: ecco cosa cambierà (in meglio!) per chi viaggia nell’Unione Europea

Addio roaming nell’Unione Euroepa da Giugno – basta costi extra per telefonare, inviare messaggi e navigare in UE: ad assicurarlo tre istituzioni europee, Parlamento, Consiglio e Commissione.

Giovani e viaggiatori, studenti e lavoratori all’estero, ottime notizie quindi in arrivo per tutti noi: finalmente si potrà viaggiare senza i costosissimi servizi di roaming (ciò che in poche parole ci consente di telefonare, inviare messaggi, navigare ed essere in contatto con il mondo web e social anche fuori dal proprio Paese di provenienza) che tanto preoccupano chi si spinge oltre i propri confini geografici.

E’ stato raggiunto infatti un accordo secondo il quale gli operatori telefonici applicheranno tra di loro prezzi all’ingrosso (decisamente più convenienti!) per offrire i servizi di roaming abbassando persino del 90% quei fastidiosi costi aggiuntivi per navigare e comunicare all’estero.

In poche parole? Si potrà telefonare, inviare messaggi e navigare praticamente allo stesso costo della propria tariffa nazionale! Tutto questo indicativamente dal 15 Giugno 2017! Stop quindi alle spese extra!

Davvero una bella notizia: ciao ciao tariffe per l’estero, ciao ciao roaming!


COS’E’ IL ROAMING?

Il roaming è un servizio che permette ad un utente in viaggio in un altro Paese nel quale non è presente il proprio operatore telefonico di collegarsi e usufruire di una rete telefonica diversa dalla propria. Questo prevedeva – cosa che cambierà da Giugno – un costo aggiuntivo dato proprio dall’utilizzo di una rete non di proprietà da parte di un operatore diverso, consentendo quindi anche a chi non è cliente di navigare e telefonare.