NanoPress
Vai a Team World Shop

Rolling Stone dedica la copertina a Harry Styles: foto e intervista

Harry Styles conquista la cover di Rolling Stone che gli dedica la copertina del numero che celebra i 50anni della rivista.

E’ bastato un solo brano: Harry Styles con “Sign Of The Times” ha fatto decisamente centro! Non solo è balzato ai vertici delle classifiche mondiali – Italia inclusa – ma ha convinto chi storceva il naso sull’ennesimo debutto solista di un artista nato come membro di una pop band.

Dopo lo straordinario passaggio TV al Saturday Night Live, durante il quale Harry – oltre al singolo – ha presentato l’inedito “Ever Since New York” – tocca alla rivista Rolling Stone celebrare la nascente carriera solista del giovane artista.

Leggi anche | HARRY STYLES AL SATURDAY NIGHT LIVE: I VIDEO

Si parla di “New Direction” nel lungo articolo che puoi leggere su www.rollingstone.com e che rappresenta un estratto della chiacchierata con Harry Styles che i lettori ritroveranno nel nuovo numero di Maggio del Rolling Stone.

HARRY: INTERVISTA PER ROLLING STONE

Ecco le info più importanti e curiose che Harry Styles ha rivelato nel corso dell’intervista rilasciata alla rivista Rolling Stone, nelle edicole americane dal 4 Maggio:

  • “I didn’t want to write stories. I wanted to write my stories, things that happened to me. The number-one thing was I wanted to be honest. I hadn’t done that before”. Parola chiave del suo primo album solista è ONESTA’: nei 10 brani che lo compongono, Harry ha racchiuso se stesso al 100%.
  • Geejam sono gli studi in cui ha preso vita la maggior parte dell’album. Si trovano in Jamaica e sono gli stessi in cui hanno registrato Drake e Rihanna.
  • “I love the band, and would never rule out anything in the future. The band changed my life, gave me everything.”. I One Direction gli hanno cambiato la vita e la decisione di prendersi una pausa è stata presa da tutti i membri di comune accordo, soprattutto per consentire a loro – e agli stessi fan – di “respirare”. Spremere troppo eccessivamente quello che stava accadendo, avrebbe danneggiato tutti.
  • Harry ama tenere separata la sua vita privata da quella lavorativa: non lo fa per strategia, ma per necessità.
  • Harry è il classico artista che porta sempre con se appunti di canzoni, bozzetti di musica, prove di foto, copertine. Ha tutti questi fogli impilati, sembra quasi uno studente che cerca un posto tranquillo dove ripassare.
  • Harry ha una sua band di musicisti che lo accompagnerà nel corso delle sue esibizioni live (e di un futuro Tour).
  • La lezione di vita che Harry preferisce in assoluto è la consapevolezza che “c’è sempre da imparare”.
  • Su Sign Of the Times: “La canzone è scritta dal punto di vista di una madre che partorisce un bambino e c’è una complicazione”.
  • Sul suo rapporto con i social e in particolare con Twitter: “Twitter è il modo più incredibile per comunicare con le persone. Ma non è la stessa cosa che farlo di persona”.
  • Nel suo album ci sono costanti riferimenti a sonorità del passato, il suo non è un tentativo di “ricrearle”, ma la voglia di esprimersi attraverso un sound che ha sempre amato e che lo rappresenta al meglio.
  • Le fan più giovani, il pubblico più giovane, non mente. Se gli piaci, ci sono.
  • “…I never wish anything but luck to anyone doing what they love. If you’re not enjoying something and need to do something else, you absolutely should do that. I’m glad he’s doing what he likes, and good luck to him.” Queste le parole che Harry dedica a Zayn.
  • “Out of the Woods” e “Style” di Taylor Swift sono dedicate a lui? Harry non si espone ma sottolinea che sono entrambi bei pezzi, che Tay ha talento e che tutti scrivono su esperienze personali, che è normale che un artista lo faccia.
  • Sul film Dunkirk che lo vede tra gli attori: “The movie is so ambitious. Some of the stuff they’re doing in this movie is insane. And it was hard, man, physically really tough, but I love acting. I love playing someone else. I’d sleep really well at night, then get up and continue drowning.”

HARRY STYLES: IL NUOVO ALBUM

“Sign Of The Times”“Ever Since New York” fanno parte dei 10 brani inclusi in “Harry Styles” l’omonimo nuovo album di Harry in uscita il 12 Maggio e disponibile in pre-order sui principali store digitali e su Team World Shop.

L’edizione americana del Rolling Stone potrebbe essere disponibile prossimamente nelle edicole delle principali città italiane che vendono anche riviste straniere.

HARRY STYLES SU ROLLING STONE

Thank you @rollingstone

A post shared by @harrystyles on