Vai a Team World Shop

5 modi per superare una giornata “no”: le strategie vincenti

E’ facile cadere vittima di una giornata “no”: la negatività ci assale e tutto sembra andare per il verso sbagliato. Ma è possibile cambiarne la rotta?

Ovviamente sì, ecco quindi 5 strategie particolarmente efficaci per superare una serata o una giornata storta.

5 MODI PER SUPERARE UNA GIORNATA “NO”

#1 – NON EMANARE NEGATIVITA’


Emani negatività da tutti i pori? E’ giunto il momento di tapparli! Spesso quando siamo giù, nervosi e/o stressati, tendiamo a comportarci “male” con le persone che ci circondano, ma questo non farà altro che aggiungere negatività ad altrettanta negatività. Sforzati quindi di sorridere, di accettare che spesso le cose non vanno come vorresti e che – sicuramente – hai superato di peggio.

Contrasta il cattivo umore con gesti positivi, anche se “finti”: sorridi anche se vorresti piangere, urlare e sbraitare contro la vecchietta che attraversa la strada insieme a te. Se vuoi positività devi dare positività: non puoi pretendere di raccogliere mele se pianti un limone.

#2 – EVADI DALLA TUA REALTA’


L'Universo nei tuoi occhi libri

Oggi sei così tanto negativa/o che ti manca la falce per sembrare la morte in persona. Se la tua realtà oggi è diventata un peso che non hai proprio intenzione di trasportare, apri un buon libro.

Leggi anche | 5 MOTIVI PER LEGGERE “L’UNIVERSO NEI TUOI OCCHI”

Un titolo che, in questi casi, potrebbe fare al caso tuo è “L’Universo nei tuoi occhi” di Jennifer Niven. Con questo libro ti renderai conto che una “giornata no” è facilmente “archiviabile”…mentre ci sono persone che si portano dietro “sfighe” da SEMPRE ma che nonostante tutto riescono ad affrontare la Vita con ironia.

#3 – RITAGLIATI UN MOMENTO TUTTO TUO


Procurati biscotti e cioccolata. Metti il telefono in modalità aereo (soprattutto se la tua insofferenza nasce da qualcosa che hai visto online, un messaggio ricevuto, una doppia spunta blu senza risposta…). Ascolta la tua Musica preferita.

E’ difficile “staccare” la mente e obbligarla a non pensare, soprattutto se quello che ti tormenta è un problema “importante”, ma cerca di darti una PAUSA: 10 minuti di relax.

#4 – CAMMINA ALL’ARIA APERTA


Se resti chiusa nella tua stanza i problemi ti sembreranno giganteschi. In generale stare in casa quando i pensieri ci tormentano, è una scelta da evitare. Quindi esci, cammina all’aria aperta, soffermati sulle persone intorno a te, osserva le vetrine, i palazzi e fai respiri profondi.

#5 – TORNA SULLA TUA FREQUENZA


Come abbiamo detto nel punto #1, nulla dura per sempre. Il problema che ti affligge oggi sarà motivo di preoccupazione anche fra 5 anni? E’ così grave quello che ti sta succedendo? Non c’è veramente rimedio? Cerca di analizzare OGGETTIVAMENTE i tuoi pensieri, mantieni solo quelli realmente costruttivi e che possono aiutarti a crescere, imparare e maturare.

Il resto accettalo, ma non “perderci la testa”. Ne hai passate tante, supererai sicuramente anche questa giornata NO.