Vai a Team World Shop

Come presentare il tuo ragazzo ai genitori (e farlo sopravvivere)

Scappa Get out

La tua relazione è passata ufficialmente “to the next level” e l’incontro con i genitori è ormai inevitabile.

L’hai rimandato a lungo: già immagini tuo padre squadrare il tuo Lui dall’alto in basso, per non parlare di tua mamma che lo sommergerebbe di domande, dalla perdita del suo primo dentino da latte ai progetti per il futuro. Insomma portare “a casa” qualcuno in via ufficiale è uno stress che, fino ad oggi, non ti sei sentita di affrontare.

Ma ormai il vostro rapporto è più che consolidato e hai voglia di far conoscere la tua dolce metà alla tua famiglia.

Ecco come far “sopravvivere” il tuo Lui all’incontro con i genitori.

5 CONSIGLI SU “COME PRESENTARE IL TUO RAGAZZI AI GENITORI”

1. FAGLI UN CORSO PRE-INCONTRO


Hai presente i corsi pre-matrimoniali, pre-parto in cui i partecipanti ricevono un’infarinatura su quello che succederà dopo il matrimonio e/o la nascita di un figlio?

Bene, gioca d’anticipo anche tu! Parlagli di tuo padre, dei suoi hobbies, di cosa lo fa irritare e delle domande che molto probabilmente gli rivolgerà appena varcherà la soglia di casa. Se tua mamma è sensibile ai complimenti – soprattutto se sulla sua cucina – suggeriscigli di puntare su quello per creare, fin da subito, un clima disteso e amichevole.

2. GIOCA D’ANTICIPO CON I TUOI GENITORI


Dopo aver dato due dritte alla tua dolce metà, è giunto il momento di preparare i genitori: se sono persone generalmente molto “critiche” trasmetti loro l’importanza di evitare il classico interrogatorio, soprattutto se Lui è decisamente di poche parole. Se sono persone molto esuberanti e da “pacca sulla spalla” dopo sole due battute, placali solo se il tuo ragazzo è esageratamente timido.

Insomma anticipa anche a loro che tipo di persona stai per presentargli.

3. FAI UNA SCALETTA DEGLI ARGOMENTI


Alla numero uno della lista delle cose più imbarazzanti che possono avvenire durante un incontro… c’è il silenzio. Hai presente quei momenti in cui nessuno sembra aver qualcosa da dire? Ecco EVITALI. Fatti trovare pronta con una serie di argomenti che pensi possano interessare e coinvolgere tutti i presenti.

E’ sconsigliabile parlare di calcio e politica: spesso si sfocia nella discussione.

4. ORGANIZZA UN PRANZO O UNA CENA


Ormai che ci sei, cerca di rendere “l’ingresso” del tuo Lui in famiglia quanto più “ufficiale” possibile. Non portarlo quindi a casa dicendo “Ciao Mamma e Papà, lui è Mario” e poi tanti saluti e baci. Allo stesso modo non presentarlo senza creare una “situazione” intorno che possa fungere da diversivo. Punta quindi ad un pranzo e/o una cena: vedrai che spesso la conversazione cadrà sul cibo, sulla cucina e gli eventuali momenti di silenzio saranno giustificati… d’altronde è maleducazione parlare con la bocca piena!

5. AL CINEMA IN FAMIGLIA… +1!


Il tuo vero problema non è presentare il tuo Lui ai genitori, quanto più ammettere che esiste un ragazzo nella tua vita! Fino ad oggi l’hai totalmente tenuto nascosto: mamma e papà non sanno nemmeno della sua esistenza.

Vuoi puntare sull’ironia (e sul terrore…)? Invita i tuoi genitori al cinema a vedere “Scappa – Get Out” e coinvolgi anche il tuo Lui… a fine proiezione svelerai il vero “ruolo” del ragazzo che ti ha stretto la mano durante tutto il film…

Perché proprio “Scappa – Get Out”, al cinema dal 18 Maggio? Ecco a te la trama:

SCAPPA – GET OUT | SINOSSI

Quando un giovane afro-americano visita la tenuta di famiglia della sua fidanzata bianca, si scontra con il vero motivo che si cela dietro l’invito.

Ora che Chris (Daniel Kaluuya, Sicario) e la sua ragazza, Rose (Allison Williams, Girls), sono arrivati al fatidico incontro con i suoceri, lei lo invita a trascorrere un fine settimana al nord con Missy (Catherine Keener, Captain Phillips – Attacco in mare aperto) e Dean (Bradley Whitford, Quella casa nel bosco).

In un primo momento, Chris legge il comportamento eccessivamente accomodante della famiglia, come un tentativo di gestire il loro imbarazzo verso il rapporto interrazziale della figlia; ma con il passare del tempo, fa una serie di scoperte sempre più inquietanti, che lo portano ad una verità che non avrebbe mai potuto immaginare.